Home » Sport » Big6: Seamen in campo per la storia

Big6: Seamen in campo per la storia

Due indizi non fanno una prova, ma quasi. Per il terzo, si attende la prima sfida di Big6 contro i Berlino Rebels. Dopo i due Italian Super Bowl consecutivi del biennio 2014-2015 e la finale persa in Champions League lo scorso anno, sabato (alle 15.00) tra le mura amiche dello Stadio Breda di Sesto San Giovanni i Seamen Milano debutteranno nell’Europa che conta, in cerca della definitiva consacrazione. Si riparte da qui, da una sfida che vale la supremazia continentale, che potrebbe regalare ai marinai un match point per qualificarsi alla finale di luglio dell’Eurobowl. «Per noi è un onore e un privilegio giocare questa competizione – esordisce il direttore tecnico Paolo Mutti, ex head coach dei meneghini –. Qui militano le più prestigiose formazioni del vecchio continente. Noi siamo stati invitati per i risultati degli ultimi anni e onoreremo fino alla fine questo torneo». I tedeschi sono un osso duro e Mutti lo sa bene: «Giocano un football molto fisico, per batterli bisognerà dare il 110% sul campo. Non partiamo con i favori del pronostico, ma sono sicuro che se ci metteremo l’entusiasmo e la voglia, se le nostre linee d’attacco e difesa terranno, possiamo pensare di ottenere la posta in palio».

DIFESA • Il reparto arretrato sarà la chiave di svolta della sfida del Breda, di questo ne è convinto anche Flavio “Freccia” Piccinni, uno dei capitani della difesa: «Dai video che abbiamo visionato – sottolinea il cornerback –, con il loro gioco tendono ad aggredire la linea difensiva. Il loro runningback americano è la sintesi di come impostano il gioco: forte, fisico imponente e giocate spettacolari. Sono qui dal 2012 e credo questa sia la sfida più difficile degli ultimi cinque anni». In prima linea ci saranno – oltre agli import Paul Morant, Reece Horn e Luke Zarhadka – gli americani ingaggiati esclusivamente per la Big6: il linebacker Tyler Drake, il runningback Brock Jones e il cornerback Solomon St. Pierre: «Li ho visti in allenamento e promettono scintille – prosegue Piccinni –. Solomon ci darà una grossa mano indietro».

FINALE • Dopo Berlino, il 6 maggio ci sarà la trasferta di Francoforte contro gli Universe. Passerà solo la prima del girone: «Dobbiamo cercare di sfruttare il fattore campo contro i Rebels, per poi giocarci il tutto per tutto. Sono due sfide sulla carta molto difficili perché il football americano in Germania è il migliore d’Europa». La Big6, comunque andrà, sarà sempre una festa e per questo la cornice pre match sarà ricchissima di eventi. I cancelli del Breda apriranno alle 13.00 con la “Football Experience”, iniziativa riservata ai più piccoli dai 4 ai 15 anni. Prima dell’inizio della sfida, si potrà assistere anche allo spettacolo della Marching Band Triuggio. Spettacolo che si ripeterà durante l’intervallo, insieme alle cheerleaders.

Articoli simili