Home » Dove mi porti? » Agosto sui Navigli: tra presente e futuro

Agosto sui Navigli: tra presente e futuro

Nei giorni scorsi si è tornati a parlare della questione (annosa) della riapertura dei Navigli: lo ha fatto in prima persona il sindaco Sala, a margine di un incontro con Rahm Emanuel, sindaco di Chicago, città che, guarda caso, proprio attorno al suo omonimo fiume ha impostato un progetto complessivo di riqualificazione. Sala ha lanciato l’idea di abbinare il referendum sul tema a un’altra chiamata alle urne dei milanesi, che potrebbe essere quella per le Regionali 2018. Ma su cosa saranno chiamati a esprimersi i milanesi? «Non porrò mai la domanda “Siete favorevoli alla riapertura dei Navigli?” – ha precisato il sindaco – ma presenterò un progetto che tenga conto dei costi, dei lavori, dei disagi per il traffico». Già, perché il progetto è sicuramente affascinante, ma le stime preventive parlano di 400 milioni di euro e molti anni di lavoro: ecco perché è fondamentale valutare bene quanto il sogno Navigli scoperti si possa tradurre in realtà. Serviranno ancora parecchi mesi: in settimana l’ultimo incontro con il comitato scientifico di dodici esperti, che sta mettendo a punto uno studio di fattibilità; poi verrà organizzata una presentazione pubblica sullo stato dell’arte del progetto. Se ne riparla, se va bene, in primavera. Questo per il futuro: intanto, però, c’è il presente, con la possibilità anche ad agosto di concedersi mini crociere sui Navigli tra arte, storia ed enogastronomia.

LE OPZIONI
Sono quattro gli itinerari in barca proposti da Navigli Lombardi (naviglilombardi.it) per scoprire i corsi d’acqua e ciò che vi sta attorno. Appuntamento confermato anche ad agosto e settembre: per info e prenotazioni: call center 02.90.94.242 (tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00) o info@navigareinlombardia.it

1) Itinerario della Darsena: 55 minuti, partenza dall’Alzaia Naviglio Grande dal lunedì al giovedì alle 14.40, 15.45, 16.50, 17.55; venerdì, sabato, domenica e festivi alle 10.40, 11.45, 12.50, 12.50, 14.40, 15.45, 16.50, 17.55. Attive anche le navigazioni serali alle 20.30 e 21.30. Tariffe: adulti 14 euro, Under 14 10 euro, gratis per bambini fino a 4 anni, 30 euro la tariffa famiglia (2 adulti + 1 bambini fino a 14 anni). Percorso storico-culturale classico dei Navigli milanesi, che dà modo di immergersi negli antichi luoghi solcati dai barconi che rifornivano di svariati beni la vecchia Milano. Si possono ammirare il Vicolo dei Lavandai, Palazzo Galloni, la Chiesa di San Cristoforo, il Ponte detto dello “scodellino” (chiamato così per le vecchie osterie) e la Darsena.

2) Itinerario delle Conche: sostanzialmente uguale all’itinerario della Darsena, ma con l’aggiunta anche della navigazione sul Naviglio Pavese fino al primo sostegno idraulico, la famosa chiusa della “Conchetta” con le sue porte vinciane. È, però aperto solo a gruppi con noleggio esclusivo dell’imbarcazione.

3) Itinerario delle Delizie: forse il più ricco e suggestivo, copre, con percorsi diversi tra loro per paesaggio e per durata, il tratto di Naviglio Grande compreso tra Cassinetta di Lugagnano e Castelletto di Cuggiono, passando per Robecco sul Naviglio, Pontevecchio e Ponte Nuovo di Magenta, il centro storico di Boffalora Sopra Ticino, Bernate Ticino (con la splendida canonica agostiniana). Varie le modalità: corse per singoli a orari programmati, navigazione con pranzo o cena (domenica e festivi), noleggi esclusivi e ben 5 percorsi di una o mezza giornata che abbinano alla navigazione la visita di alcuni beni del territorio e la possibilità di pranzare in ristoranti locali.

4) Itinerario della Martesana: 45 minuti, partenza da via Alzaia sud a Vaprio d’Adda, si effettua tutte le domeniche alle 14.00, 15.00, 16.00, 17.00, 18.00. Tariffe: adulti 10 euro, Under 10 5 euro, gratis fino a 4 anni. Un itinerario lungo il Naviglio Martesana nel tratto esterno a Milano che unisce Concesa di Trezzo a Vaprio d’Adda, all’interno del Parco Adda Nord. Si possono ammirare il Villaggio Crespi, Villa Melzi d’Eril (che ospitò a più riprese Leonardo da Vinci) e la Casa del custode delle acque, dove un tempo i mercanti si fermavano per pagare il dazio imposto dai governanti locali e dove oggi ha sede il Museo interattivo di Leonardo curato. Un plus? La navigazione è accompagnata da una guida turistica della Pro Loco di Vaprio d’Adda che racconta storie, aneddoti e curiosità sul canale.

5) Itinerario dei Fontanili: partenza dall’Alzaia Naviglio Grande a Gaggiano o, in alternativa, dalla Darsena di Milano. Prevede la possibilità di personalizzazione di orari, durata, data e percorso, in modalità, però, solo di noleggio esclusivo per gruppi. L’itinerario standard è uguale a quello della Darsena fino a San Cristoforo, ma poi si esce da Milano, passando per Corsico e Trezzano sul Naviglio fino a Gaggiano, dove viene organizzata una visita guidata al Santuario di Sant’Invenzio; si riprende, poi, l’imbarcazione per spostarsi a Trezzano, dove si pranza in uno dei ristoranti presenti, e infine fare ritorno al pontile di partenza dopo aver visitato la nuova Darsena.

6) NavigarMangiando: un modo diverso e originale di vivere gli storici canali lombardi, perfetto per chi vuole trascorrere una serata alternativa e romantica. Il programma prevede la navigazione serale per raggiungere uno dei numerosi ristoranti lungo le sponde del Naviglio, dove gustare una cena a base di specialità del territorio e rilassarsi poi al ritorno, navigando nella magica cornice del Naviglio Grande al chiaro di luna fino al pontile di partenza. Costo: 55 euro (navigazione+cena).