Home » Health and Beauty » Ragazzi, bando agli eccessi

Ragazzi, bando agli eccessi

Alcol, droga e selfie estremi. Sono questi i maggiori pericoli per gli adolescenti durante le vacanze. I giovanissimi già a 11 anni cominciano a bere. E quando superano i 14 le bevande alcoliche, con conseguenti comportamenti a rischio (sesso, guida in stato di ebbrezza e ultime, pericolose, mode come i selfie), entrano a far parte degli eccessi specie durante l’estate, quando è più facile andare oltre i propri limiti.

L’INDAGINE • E’ quanto emerge da uno studio dell’Osservatorio Nazionale Adolescenza, condotto su un campione di ottomila teenager di tutta Italia. Secondo l’analisi, il 36 per cento dei ragazzi tra gli 11 e i 13 anni dichiara di bere bevande alcoliche e uno su dieci si è già ubriacato. Nei ragazzi più grandi la percentuale sale notevolmente: il 55% degli adolescenti dai 14 ai 19 anni che beve alcolici e il 24% anche fino a stare male. Non finisce qui, perché oltre tre teenager su dieci hanno partecipato a giochi a base di alcol, che in genere prevedono di bere tutto in un sorso e generalmente un superalcolico.

I MIX • «Il problema degli adolescenti sono anche i mix che spesso diventano letali perché i ragazzi non reggono, si sentono male, vomitano nel migliore dei casi o si intossicano, fino a rischiare anche il coma etilico», spiegano gli esperti. «Durante il periodo estivo rischia di diventare una sfida, un dover dimostrare di essere in grado di riuscirci e di essere come gli altri. Senza altri tipi di stress ci si sente più liberi anche di provare qualcosa di nuovo».

LA SOGLIA • Uno dei dati più allarmanti secondo l’Osservatorio è il 24% degli adolescenti che dichiara di aver bevuto, in genere nel fine settimana, più di 5 drink di seguito, solo con l’intento di ubriacarsi. «Il rischio maggiore è quindi quello di mettere in atto determinati comportamenti estremamente nocivi per la salute, senza avere la piena consapevolezza delle conseguenze delle loro azioni», aggiungono. Non solo. L’80% degli adolescenti che abusa di alcol dichiara anche di aver fatto sesso promiscuo e con più persone nell’arco della stessa sera. In questo modo aumenta notevolmente il rischio di incorrere in malattie sessualmente trasmissibili: dall’Hiv, sempre più diffuso tra i ragazzi, all’Hpv e tutte le varie infezioni batteriche e virali, senza che abbiano consapevolezza dei rischi a cui vanno incontro.

SMARTPHONE • E poi ci sono anche le mode, come i selfie. Anche qui l’alcol è sempre protagonista. Per esempio il beer selfie che consiste nel fotografarsi da soli o in compagnia di amici, con in mano un bicchiere o una bottiglia di birra. Esistono però le varianti e una di quelle è il Drelfie (da drunk e selfie), che consiste nel farsi fotografare ubriachi, mentre si vomita, sdraiati per terra in uno stato di semi incoscienza, nei bagni e in qualsiasi altra posizione. Una moda pericolosissima, e purtroppo sempre più in voga fra gli adolescenti di mezzo mondo.