Home » Domani con » Matrimoni 2018, la wedding planner: «Parola d’ordine: eleganza»

Matrimoni 2018, la wedding planner: «Parola d’ordine: eleganza»

Avete appena ricevuto la fatidica proposta di matrimonio dal vostro fidanzato? Vi sposate l’anno prossimo, ma non sapete nulla sulle ultime novità in fatto di nozze? Niente paura abbiamo chiesto ad una delle wedding planner più apprezzate del nostro Paese, Anna Chiatto, quali saranno le nuove tendenze per il giorno più bello della vita e Milano sembrerebbe essere una di queste.

Cominciamo con la proposta: in che modo i fidanzati stupiranno le loro amate?
«Da qualche tempo c’è una spettacolarizzazione della proposta, non si è più in due a vivere questo momento ma con altre persone, il fotografo o un videoreporter pronti a immortalare l’evento. La volontà è sicuramente quella di stupire a tutti i costi, ma il mio consiglio è quello di personalizzare sempre, creare qualcosa che possa essere vostro e vi possa ricordare qualcosa a cui siete legati».

Come saranno i matrimoni nel prossimo anno? Sfarzosi o per pochi intimi?
«Si sta diffondendo il cosiddetto “elopement” proveniente dall’America, nient’altro che la famosa “fuitina” italiana. In questo caso si “fugge” per non fare il matrimonio convenzionale e per celebrare il rito da soli, al massimo accompagnati da due testimoni. Al ritorno i due sposi organizzano però una grande festa con tutti gli altri invitati. L’Italia per gli stranieri è una delle mete più ambite».

Quali sono le principali tendenze 2018?
«La parola d’ordine per l’anno prossimo è eleganza. Finora andava di moda sposarsi in modo rustico, country e low cost. Ora stiamo per vivere un cambiamento di rotta, con la ricerca del sofisticato, l’attenzione ai dettagli e al lusso».

E le mete più gettonate?
«La regione più ambita continua ad essere Toscana, seguita dalle isole al sud, in particolare Capri, e dal lago di Como, al nord».

Milano dove si posiziona in questa speciale classifica di nozze?
«Lo stile del matrimonio sta cambiando, si ricercherà il lusso, le location esclusive che si trovano difficilmente da altre parti e per questo Milano sicuramente occuperà un posto privilegiato nella scelta del giorno più bello per il 2018. In particolare, consiglio la zona di Brera, per la sua atmosfera molto romantica e ricercata. E per un servizio fotografico originale e diverso dal solito, poco posato e molto cinematografico, la nuova zona di Garibaldi e Citylife sono perfette».

Novità per quanto riguarda l’organizzazione del grande giorno?
«Se prima sposarsi il sabato era d’obbligo, oggi la tendenza è quella di scegliere anche dei giorni in mezzo alla settimana. Vantaggio? Flessibilità del lavoro odierno e costi inferiori della location che ospiterà l’evento. E sempre dall’America arrivano altre novità, come quella del matrimonio in tre giorni: il giorno precedente al rito nuziale si organizza il rehearsal, una cena di prova per tutti gli ospiti, stessa cosa per il giorno dopo, dove si salutano gli invitati con un brunch di metà giornata».

Quale sarà lo stile per l’abito da sposa?
«L’abito da sposa segue le tendenze del matrimonio stesso. Guardando anche le ultime sfilate della settimana della sposa di New York, si capisce che per l’anno prossimo c’è voglia di stupire, ritornano le stoffe preziose, delicate, sottili e ricercate, tutto all’insegna del romanticismo e dell’eleganza. Per la prossima stagione le spose saranno principesse moderne ma con personalità, spazio al sogno quindi e alla favola che ogni donna vorrebbe avere».

LE QUATTRO PAROLE CHIAVE

LOCATION
Sempre più coppie tendono a sposarsi lontani dalla loro terra d’origine. L’Italia è meta ambita per gli stranieri, mentre gli italiani non attraversano i confini ma si spostano solo dal loro paese d’origine a zone più turistiche

ABITO
La moda dell’anno prossimo ci fa capire chiaramente che la sposa del 2018 sarà una sposa-principessa, piena di tessuti e ricami preziosi, pronta a vivere il sogno del principe azzurro

DURATA
Il matrimonio si allunga sempre di più, l’ultima novità è quella di festeggiare per tre giorni, oltre il giorno delle nozze, anche con una cena la sera prima e un brunch il giorno dopo

ELEGANZA
La parola chiave del prossimo anno in fatto di matrimoni, basta nozze low cost e rustiche, con un ritorno al sofisticato e al lusso mirato all’organizzazione dell’evento