Home » Dove mi porti? » Settimana del baratto: soggiorni gratis per sette giorni

Settimana del baratto: soggiorni gratis per sette giorni

Sono 800 i B&B tra gli associati al portale Bed-and-Breakfast.it che ad oggi aderiscono alla nona edizione della Settimana del Baratto. Porte aperte fino a domenica prossima, 19 novembre, con una sola regola: gli ospiti non devono mettere mano al portafoglio, ma cimentarsi in prestazioni manuali e creative o portare con sé articoli che desiderano i gestori delle strutture. I viaggiatori hanno, quindi, ampia opportunità di alloggio gratuito qualunque sia la meta prescelta, al nord come al sud della penisola: non resta che ricambiare l’accoglienza con prestazioni manuali e creative o beni di consumo e strumentali richiesti dai gestori dei bed and breakfast.

GLI SCAMBI • Anche quest’anno il sito e i canali social dedicati all’iniziativa registrano una massiccia partecipazione al consueto appuntamento novembrino, a conferma che la formula del baratto è condivisa e vincente, come testimonia pure la riuscita di BarattoBB.it, la piazza dove lo scambio dura tutto l’anno. Le frontiere della Settimana del Baratto si stanno intanto allargando a macchia d’olio al di fuori dell’Italia. La Barter Week, gemella internazionale del progetto locale, ha già ottenuto l’assenso dei B&B di 49 paesi dislocati nel resto d’Europa e in Africa, America, Asia e Oceania. Il sito BarterWeek.com raccoglie, invece, i bed and breakfast esteri pronti al baratto, una dimensione che, legata com’è a quella del dono, porta inevitabilmente con sé risvolti virtuosi. Il Bangalue, nel distretto di Mbale (Uganda orientale), è gestito da uno studente, impegnato in un piano di aiuti per i bambini svantaggiati del posto, che ospita gratis i viaggiatori in arrivo con libri, fumetti, computer e quant’altro di utile alla scuola creata nell’ambito del programma umanitario: ed ecco che lo scambio si fa etico. Info e lista dei B&B aderenti su settimanadelbaratto.it.

Francesca Grasso