Home » Zapping Parade » #Milanochelegge: i nostri consigli

#Milanochelegge: i nostri consigli

Maria Anna Mariani

Dalla Corea del Sud. Tra neon e bandiere sciamaniche

Exorma

163 pagine

14,90 euro

Si può essere empatici con una cultura lontana dalla nostra? La risposta di Maria Anna Mariani è sì ed è ciò che racconta in questo suo reportage dedicato alla, meravigliosa, scoperta della Corea del Sud. Trovandosi, per ragioni di studio e ricerca, nella campagna coreana, in un campus a circa due ore da Seoul, la giovane passerà gradualmente da un totale spaesamento e dall’annaspare anche solo per capire com’è fatto un supermercato, a una vera e propria empatia, ossessioni comprese.

Se hai visto al cinema…

Wonder

Stephen Chbosky

113 minuti

Il piccolo Augustus, detto Auggie, è un tenero bambino nato con una malformazione al viso che, dopo aver passato i primi anni di vita a casa con la sua famiglia, deve ora iniziare un nuovo importante capitolo della sua vita: andare a scuola insieme a tutti gli altri bambini.

…devi assolutamente leggerlo!

R. J. Palacio

Wonder. Tutte le storie

Giunti

544 pagine

29,90 euro

Questo super tomo raccoglie tutte le storie e i punti di vista che compongono la meravigliosa saga di Wonder. La storia di Auggie è quindi narrata, oltre che da se stesso, anche attraverso le voci degli altri componenti della vita del bambino: Christopher, suo migliore amico sin dalla nascita, Julian, il compagno di classe un po’ bulletto, e Charlotte, compagna leale che coltiva il sogno di diventare una ballerina.

Paolo Castaldi

Allen Meyer

Beccogiallo

192 pagine

24 euro

Il fumettista Paolo Castaldi si è ispirato al disco del cantautore milanese Teo Manzo (intitolato Le piromani) per realizzare questo fumetto che inaugura la collana Rami di BeccoGiallo, casa editrice specializzata in biografie a fumetti e opere di cosiddetta “non-fiction”. Un fumetto dalla struttura a livelli: è la vicenda di Martino Rea, cantautore, che per il testo di una propria canzone prova a immaginare una Milano di metà Ottocento, in piena fase di Cinque Giornate, tra i focolai della rivoluzione e credenze apocalittiche. In questo scenario si muove Allen Meyer, astronomo patriota, che rimarrà ossessionato da una diceria a cui, da uomo di scienza, nemmeno crede: lo schianto della luna sulla Terra.