Home » Domani con » Silenzio, si parla di Agnesi

Silenzio, si parla di Agnesi

Una notte al museo: avete presente la commedia con Ben Stiller? Qualcosa di simile andrà in scena domani al Museo della scienza e della tecnologia Leonardo da Vinci di Milano, solo che qui non saranno le creature del museo a risvegliarsi magicamente e a scorrazzare per le sale e i corridoi, piuttosto negli spazi del polo di via San Vittore, dalle 19.00 e fino a mezzanotte, ci sarà un ricco cartellone di appuntamenti per tutti i gusti.

IL PROGRAMMA • È la Cult Night, serata a tema Settecento, pensata per festeggiare i trecento anni dalla nascita della matematica Maria Gaetana Agnesi. La scenografia è l’edificio monumentale del museo, con la Sala del Cenacolo e la Sala delle Colonne aperte al pubblico per l’occasione. Dress code suggerito: rococò. Tradotto: via libera a parrucche, maschere, nei posticci, ventagli, fiocchi, piume e borotalco a gogò. Il via alle 19.00 in Sala del Cenacolo con un incontro sulla figura di Agnesi con Massimo Mazzotti, storico e sociologo della scienza della Uc Berkeley. Tanti i laboratori, dalle 19.30 nei vari spazi del museo, senza bisogno di prenotare, con focus su matematica, elettricità, tecnologia, natura e alimentazione. Durante la serata si potrà prendere parte anche a due tour guidati per conoscere le storie dell’epoca nascoste negli oggetti del museo. E poi, tra Sala delle Colonne e Galleria Leonardo, tanta musica, giochi, lezioni di minuetto, lezioni di cake design, acconciature e maquillage in stile Settecento. La chicca? La possibilità di scattarsi un selfie d’epoca, dalle 20.00 in un corner dedicato, con parrucche, trucchi e accessori del XVIII secolo. Se doveste avere un languorino, vista l’ora, nessun problema: sono previste due postazioni bar grazie a MilanoVino Eventi e Turnè Eventi. Insomma, davvero una notte cult. Biglietti: 10 euro. Il programma completo e tutte le informazioni sul sito museoscienza.org.

 

Chi è. Il personaggio

Maria Gaetana Agnesi, nata nel 1718, è stata una figura chiave per la matematica analitica e per la Milano scientifica del ‘700. Dedita agli studi umanistici, linguistici e scientifici sin da piccolissima, si dedica alla matematica per volere del padre, rendendo la casa di famiglia uno dei salotti più in vista di Milano. Nel 1740 diventa allieva di padre Ramiro Rampinelli, professore di Fisica e Matematica al monastero degli Olivetani di San Vittore (laddove si sviluppa oggi il Museo della scienza). Dopo aver insegnato per tre anni, sostituendo il padre, all’Università di Bologna e aver scritto e pubblicato con successo europeo il volume Instituzioni analitiche ad uso della Gioventù Italiana, nel 1752 Agnesi, morto il padre, si ritira completamente dalla vita pubblica per dedicarsi alle opere di carità. Nel 1783, su richiesta del cardinal Giuseppe Pozzobonelli, viene nominata direttrice del Pio Albergo Trivulzio di Milano, carica ricoperta fino alla morte nel 1799.


Cinque eventi da non perdere


1) Talk

Sconosciuta da una vita
Dalle 19.00, Sala del Cenacolo
Chi è Maria Gaetana Agnesi? Cosa faceva una donna matematica a Milano nel ‘700? Per scoprirlo un incontro con Massimo Mazzotti, storico e sociologo, impreziosito dal reading di Maria Eugenia D’Aquino (Pacta)

2) Laboratori
Incontra la strega di Maria Gaetana Agnesi
Dalle 19.30, i.lab Matematica
Che cosa c’entra una strega con la matematica? Solo un errore di traduzione ha proiettato una figura geometrica studiata da Agnesi (la versiera) in un mondo misterioso e inquietante: sarà possibile scoprire come è fatta, ricrearla nello spazio con una penna 3D e costruire forme articolate


3) Musica e piaceri

Hai mai ballato il minuetto?
Dalle 20.00, Sala delle Colonne
Il gruppo di rievocazioni storiche Nobiltà Sabauda si esibisce in abito settecentesco: un buon modo per entrare nell’atmosfera dell’epoca tra musiche, danze tipiche (in cui cimentarsi), accessori e salottini animati da dame e pettegolezzi

4) Giochi
Indovina chi?
Dalle 20.00, Galleria Leonardo
Versione d’antan del popolare gioco da tavolo inglese, che l’anno prossimo festeggia 40 anni di vita, buono per piccoli e grandi. Quante scienziate, inventrici ed esploratrici si conoscono davvero, senza ricorrere a Google o Wikipedia? Una bella occasione per imparare, giocando a carte, i nomi delle donne protagoniste della scienza di ieri e di oggi

5) Tour
Tra astri e numeri
Alle 20.15 e 21.15, prenotazione in biglietteria
Nel Settecento nacquero in Europa molti osservatori astronomici e lo stesso accadde in Italia, a Milano, Bologna, Pisa e Padova; nel frattempo, nuove conoscenze scientifiche permettono di sviluppare le prime calcolatrici meccaniche facilitando il compito di matematici e astronomi: una visita guidata di 45 minuti, un intrigante viaggio nel tempo, con Luca Reduzzi, per ripercorrere le tappe fondamentali e gli intrecci tra questi due mondi affascinanti