Home » Sport » Rossoblu nell’Olimpo

Rossoblu nell’Olimpo

Tanta voglia di dimostrare che l’hockey su ghiaccio milanese esiste ancora ed è più vivo che mai. E, per farlo, l’Hockey Milano Rossoblu ha deciso di puntare davvero in alto, iscrivendosi a quella Alps Hockey League che, ad oggi, è uno dei tornei più importanti d’Europa.

FORMULA MISTA • Al via ci saranno otto squadre italiane, sette formazioni austriache e due slovene. Con l’arrivo di Milano entra nella AHL una dote importante di storia e successi, che debutterà il 15 settembre nel match casalingo contro il VEU Feldkirch. La stagione AHL sarà divisa in due fasi. Nella regular season ogni squadra giocherà 32 partite (un’andata e ritorno contro ogni avversario). In aggiunta ci saranno 8 partite contro gli avversari regionali per completare la regular season. Da segnalare anche la classifica che vedrà quella generale valida per la Alps Hockey League e quella delle singole nazioni che varrà per i rispettivi campionati: «La partecipazione di Milano nella Alps Hockey League mostra il grande interesse che c’è per il nostro torneo – le parole di Alexander Gruber, membro del Board of Governors della AHL –: siamo felici di accogliere una città con oltre un milione di abitanti”.

RINNOVAMENTO • Milano, intanto, si rinnova per poter disputare un campionato di vertice: il primo straniero è l’esperto difensore sloveno Maks Selan, reduce da quattro stagioni con la formazione slovena dell’Olimpia Lubiana. Al capitolo riconferme, l’attaccante Alexander Petrov che si appresta ad iniziare la terza stagione consecutiva con la formazione milanese e la quarta con la maglia rossoblu, dopo che nella passata ha collezionato 46 presenze e 78 punti (31 goal e 47 assist). Francesco De Biasio è invece il primo tassello della difesa rossoblu: cresciuto nell’Alleghe, ritrova a Milano coach Drew Omicioli che lo ha allenato nelle ultime due stagioni a Cortina. L’attacco accoglie anche l’ultimo acquisto Francis Verrault-Paul.

ALLENATORE • Ed è proprio in panchina la novità di maggiore spessore, con quel Drew Omicioli che arriva da Cortina dove per due stagioni ha guidato la squadra a due semifinali.