Home » Dove mi porti? » Suggestioni visive en plein air di ScarpatettiArte

Suggestioni visive en plein air di ScarpatettiArte

Un luogo unico, carico di fascino, suggestioni e atmosfere, altrove purtroppo irrimediabilmente scomparse. Torna sabato 14 (dalle 12.00 alle 24.00) e domenica 15 luglio (dalle 11.00 alle 23.30) e, ScarpatettiArte, la manifestazione che nel prossimo weekend animerà lo storico quartiere di Sondrio. Portata avanti con fatica e sacrificio dall’Associazione Scarpatetti, la mostra è giunta alla ventunesima edizione: una contaminazione fra antico e arte che ogni anno attrae migliaia di persone e porta fra le pittoresche case in pietra tipiche del luogo, le opere di molti artisti emergenti. Arte, concerti, esibizioni di astisti di strada, mostre sono gli eventi da non perdere nel fitto programma di quest’anno. Come da tradizione, una giuria decreterà i vincitori dell’edizione numero ventuno che il prossimo anno esporranno nelle sale del Museo Valtellinese di Storia e Arte (MVSA) a Palazzo Sassi.

ARCHITETTURA SUGGESTIVA • Scarpatetti, il cui nome forse deriva da quello di un’antica famiglia grigione o dal dialettale “sgarba tec”, (scoperchia tetti) è senza dubbio la contrada più caratteristica di Sondrio. Da piazza Quadrivio, dietro il Museo Valtellinese di Storia e Arte, una passeggiata percorre quest’angolo di città fino a raggiungere il Castello Masegra, da dove si gode uno splendido panorama. Architetture rurali, corti interne, capitelli dedicati alla Madonna, si susseguono in una suggestiva architettura fatta di pietra a vista e ballatoi in legno. Qui il carattere pittoresco di un tempo affascina, mentre il visitatore ripercorre la storia tra l’intrico di viuzze e scalinate di questa contrada. Info su scarpatetti.it.

Francesca Grasso