0.2 C
Milano
18. 01. 2021 20:44

“Eccomi?”, inaugurato un nuovo servizio di telepresenza nelle rsa milanesi

Anziani più vicini ai propri cari: ecco il nuovo servizio di telepresenza voluto dal Comune

Più letti

A Milano iniziano a fioccare le multe dopo la fronda dei ristoratori di #ioapro

I titolari e i clienti che hanno infranto le regole lo scorso venerdì aderendo alla campagna #ioapro non la...

Fontana: «Tra stasera e domani il ricorso. Sono convinto che la Lombardia sia arancione»

Il governatore Fontana torna ad attaccare il governo sulla questione zona rossa. «I nostri avvocati hanno predisposto il ricorso...

Prese in ostaggio una guardia giurata nel Duomo: l’esito della perizia psichiatrica

Mahmoud Elhosary, il 26enne che quest'estate, il 12 agosto scorso, fece irruzione al Duomo prendendo in ostaggio una guardia...

Il sindaco Sala lo aveva anticipato in uno dei suoi consueti messaggi social: in dieci Rsa milanesi è stato attivato il servizio “Eccomi?”, nato per offrire agli ospiti delle strutture per anziani un nuovo strumento per comunicare con la famiglia e gli amici.

Il progetto. Promosso da Fondazione Amplifon, Cisco, Durante ed il Comune di Milano, il progetto prevede l’attivazioni di una postazione di telepresenza: attraverso uno scherma di 24 pollici gli anziani potranno comunicare con i propri cari.  Il sistema garantisce un’alta qualità di suono ed immagini che renderanno l’esperienza molto simile a quella del dialogo di persona.

eccomi telepresenza rsa milano

«Il lockdown ha determinato una situazione di isolamento prolungato, che va combattuto con tutte le nostre forze – ha commentato Maria Cristina Ferradini, Managing Director di Fondazione Amplifon -, non solo perché ne va della qualità, della vita quotidiana e della loro serenità, ma anche perché può generare anche problematiche di ordine cognitivo e relazionale. Dare la possibilità ad un anziano di poter dialogare e vedere in modo semplice e immediato i propri cari ha un valore grandissimo che influisce sullo stato di salute generale».

 

In breve

Scuola, non solo i licei: zaini e striscioni contro la DAD anche alle medie

Zona rossa significa che gli studenti di seconda e terza media da oggi tornano a fare didattica a distanza....

Potrebbe interessarti