Il progetto didattico dei medici veterinari “Una Zampa in Famiglia” arriva nelle scuole primarie della provincia di Milano. L’iniziativa è ormai all’ottava edizione e coinvolgerà i bambini attraverso tre lezioni interattive di circa un’ora dove gli esperti insegneranno come accogliere nella propria vita un nuovo amico a quattro zampe.

Ad ogni tappa verrà presentato ai bambini Zampa, il cane protagonista dell’iniziativa, insieme a Mimì la Micia e Lillo il Coniglio. Sarà proprio Zampa a raccontare la sua storia ai bambini, in una narrazione che permetterà di sentirsi direttamente coinvolti e di raccontare le proprie esperienze con i propri amici a quattro zampe. Durante le lezioni, i veterinari sensibilizzeranno gli “adulti di domani” su come si accoglie un cucciolo in famiglia, e quanto questo gesto rappresenti una scelta responsabile che coinvolge tutta la famiglia.

Inoltre, grazie al contributo non condizionante di MSD Animal Health, l’iniziativa è completamente a costo zero per le scuole. Per conoscere meglio il progetto si può accedere al sito unazampainfamiglia.it dove è possibile scaricare alcuni materiali pensati per i più piccoli, da guardare in famiglia, come i consigli di Mimì dedicati a come prendersi cura di un gatto, i consigli di Zampa dedicati al cane e un quaderno di giochi didattici con tutti i protagonisti della storia.

«Il Medico Veterinario è una figura sempre più presente e attiva nella società – dichiara il Presidente ANMVI Marco Melosi – Il suo ruolo va ormai oltre quello primariamente clinico, per estendersi alla relazione Animale-Uomo-Ambiente, in chiave di corretta convivenza con tutti gli animali, anche quelli di cui non si è proprietari ma che si incontrano ogni giorno nei luoghi pubblici, sui mezzi di trasporto o nelle case di familiari e amici. Ai bambini, abbiamo la responsabilità di passare il testimone di un futuro pet friendly». «La presenza dei Medici Veterinari nelle scuole è ormai un’abitudine consolidata.

Sono spesso gli stessi insegnanti a richiederne attivamente la presenza, consapevoli della professionalità dei medici e della valenza educativa, formativa e didattica che questo progetto offre – commenta Silvia Macelloni, coordinatrice del Gruppo di Studio di Metodologia Didattica di ANMVI – Obiettivo del progetto non è accrescere la richiesta di un cucciolo da parte dei bambini, ma far capire loro che accogliere un animale in famiglia deve essere una scelta ponderata e condivisa».

mitomorrow.it