14.8 C
Milano
16. 10. 2021 14:19

Assesore Lega uccide uomo in piazza, Sala: «Chi lavora con me non andrà mai in giro con una pistola»

L'omicidio per mano dell'assessore leghista accende il dibattito pubblico sul porto d'armi

Più letti

L’omicidio di un uomo di origini marocchine da parte dell’assessore alla Sicurezza di Voghera, Massimo Adriatici, ha acceso il dibattito sulla vicenda e sulla concessione del porto d’armi ai privati. Il leader della Lega, Matteo Salvini, si è affrettato a dichiarare l’accaduto “legittima difesa”, mentre il sindaco Sala è completamente di parere opposto.

Sala: «Chi svolge una funzione pubblica le pistole le lascia a casa»

«Ovviamente la giustizia farà il suo corso, però devo dire che nessuna delle persone che lavora o che lavoreranno con me, andrà mai in giro con una pistola», ha dichiarato senza se e senza ma il primo cittadino a margine della presentazione del progetto della Fondazione Rava.

assessore della lega

Tuttavia Sala non comprende per quale motivo Adriatici andasse in giro con un’arma. «In secondo luogo – ha aggiunto -, anche se fosse stato un incidente, nasce tutto dal fatto che uno la pistola ce l’ha in tasca, per cui direi, innanzitutto, che chi svolge una funzione pubblica, le pistole le lascia a casa anche se ha il porto d’armi. Le pistole possono essere nelle mani di chi è delegato per professione ad averle».

Ieri il segratorio del Pd, Enrico Letta, ha lanciato la proposta di togliere il porto d’armi ai privati. Sul tema il sindaco di Milano non vuole sbilanciarsi: «Non lo so, bisogna ragionarci. Però mi sembra un tema un po’ complesso che vada ragionato».

In breve

«Destinazione Milano», arriva in città la prima selfie room d’Italia

Sono in molti ad aspettare le tanto attese vacanze anche per riempire la propria bacheca Instagram con immagini per...