12.5 C
Milano
16. 05. 2021 07:26

Milano, il Tribunale archivia la querela di Salvini contro Ilaria Cucchi: «Il senatore se ne faccia una ragione»

Il Tribunale dà ragione alla sorella di Stefano Cucchi, il geometra morto dopo un brutale pestaggio da parte delle forze dell'ordine

Più letti

«Parla sotto effetto del Mojito, è uno sciacallo», queste le parole pronunciate da Ilaria Cucchi contro Matteo Salvini, che le costarono una querela da parte del leader della Lega. In questi giorni il Tribunale di Milano si è espressa sul fatto dando ragione alla sorella di Stefano Cucchi, il ragazzo morto nel 2009 dopo un brutale pestaggio da parte delle forze dell’Ordine.

La sentenza. Secondo il Tribunale le frasi pronunciate all’epoca da Ilaria Cucchi rientrano nel diritto di critica. «Il Tribunale di Milano – spiega Cucchi sui social – ha ritenuto che le mie espressioni, sicuramente molto forti, fossero tuttavia giustificate e pertinenti al contesto. Insomma il Giudice ha ritenuto che io ho esercitato in maniera più che legittima il mio diritto di critica. Il Senatore Matteo Salvini se ne faccia una ragione».

Le dure parole erano arrivate nel 2019, quando la Corte d’Assise di Roma aveva condannato a 12 anni i Carabinieri imputati di omicidio preterintenzionale. Salvini aveva commentato: «Questo testimonia che la droga fa male sempre e comunque».

In breve

Brera a portata di click: un’app per scoprire la Pinacoteca (e non solo)

Far scoprire ai milanesi e agli appassionati di arte tutti i segreti, le curiosità e la storia della Pinacoteca...