3.2 C
Milano
03. 12. 2020 17:37

Barberino’s, il nuovo barber shop di Milano fa un regalo a medici ed infermieri

Una piacevole sorpresa per medici ed infermieri: l'iniziativa di Barberino's

Più letti

Milano, senza pendolari i treni regionali diventano terra di nessuno: ubriachi e senza mascherina. Il video

La situazione di degrado sui treni regionali è preoccupante. Senza impiegati e studenti costretti a casa dalle restrizioni dell'ultimo...

Milano, Sant’Ambrogio rivive sui muri della città

Tra pochi giorni si celebrerà il santo patrono di Milano, Sant'Ambrogio. La città ha voluto omaggiarlo con un grande...

Dopo 74 anni il ritorno a casa: ritrovato lo stemma del museo Poldi Pezzoli

Il Museo Poldi Pezzoli riabbraccia il monumentale stemma gentilizio Poldi Pezzoli realizzato in bronzo dall'artista lombardo Lodovico Pogliaghi, tra...

La nuova catena di Barber Shop, Barberino’s, offre mille tagli “sospesi” dedicati al personale medico che si sta spendendo nella dura battaglia contro il Covid.

L’iniziativa.  Barberino’s offre infatti uno spazio tutto dedicato al benessere e mette a disposizione in omaggio 1.000 tagli di capelli e 1.000 rasature o regolazioni della barba con panni caldi a medici, infermieri e operatori sanitari che lavorano a Milano. Prenotando – telefonicamente o tramite app su smartphone – il trattamento preferito e semplicemente mostrando il proprio tesserino in negozio, potranno quindi essere ospiti degli esperti barbieri di Barberino’s e riscoprire i piaceri della pausa dal barbiere, come una volta. Le donne potranno comunque cedere il tesserino al proprio partner.

«Vogliamo ringraziare coloro che, per vocazione e con dedizione, in questi mesi si sono presi cura della nostra salute: adesso tocca a noi prenderci cura del loro look, offrendo un momento di meritato relax e del tempo da dedicare a loro stessi, con la speranza di poterli ripagare, seppur in piccola parte, di questi mesi di affanno – spiegano Michele Callegari e Niccolò Bencini, fondatori di Barberino’s -. Sentiamo forte l’appartenenza a questo territorio, condividiamo l’importanza di fare squadra e vogliamo contribuire con il nostro lavoro. Ci piace pensare che nel nostro piccolo possiamo regalare un momento di felicità a chi da diversi mesi sta combattendo il virus in prima linea».

In breve

Sciopero della fame per una migliore condizione di vita nelle carceri: aderiscono alcuni consiglieri milanesi

Da inizio pandemia nelle carceri si sono verificati oltre 900 casi di Covid, ai quali vanno sommati altri 1.000...

Milano, Sant’Ambrogio rivive sui muri della città

Tra pochi giorni si celebrerà il santo patrono di Milano, Sant'Ambrogio. La città ha voluto omaggiarlo con un grande murales in fase di completamente...

Dopo 74 anni il ritorno a casa: ritrovato lo stemma del museo Poldi Pezzoli

Il Museo Poldi Pezzoli riabbraccia il monumentale stemma gentilizio Poldi Pezzoli realizzato in bronzo dall'artista lombardo Lodovico Pogliaghi, tra il 1875 e il 1880. Il...

Lavoratori dello spettacolo sotto Palazzo Lombardia: «Stanchi di non essere essenziali»

C'è chi non ce la fa più a sentirsi etichettato come "settore non essenziale". Stiamo parlando dei teatri, dei musei, delle sala da concerto...

Sciopero della fame per una migliore condizione di vita nelle carceri: aderiscono alcuni consiglieri milanesi

Da inizio pandemia nelle carceri si sono verificati oltre 900 casi di Covid, ai quali vanno sommati altri 1.000 casi di operatori infetti, in...

Potrebbe interessarti