22.9 C
Milano
14. 07. 2024 01:15

Stangata dei campus a Milano: aumenti a settimana fino a 50 euro e mancanza di inclusione. Tante famiglie costrette a rinunciare

Un genitore milanese dovrà ora sborsare 218 euro a settimana, rispetto ai 208 euro dell'anno scorso, e 176 euro per le attività di mezza giornata

Più letti

Stangata dei campus a Milano, che si conferma la città più cara anche per i centri estivi, con un incremento del 5% rispetto allo scorso anno. Secondo l’ultimo rapporto di Eures-Adoc, che ha confrontato i costi nei centri non convenzionati di diverse città italiane, a Milano si registra un aumento significativo. Un genitore milanese dovrà ora sborsare 218 euro a settimana, rispetto ai 208 euro dell’anno scorso, e 176 euro per le attività di mezza giornata.

campi estivi
campi estivi

Stangata dei campus a Milano: niente sconti per fratelli

Le famiglie numerose affrontano una sfida ancora maggiore, con il 44% dei centri che non offrono sconti per il secondo o terzo figlio. Questo significa che per otto settimane di campus a Milano nel periodo estivo, una famiglia potrebbe spendere fino a 3.374 euro per due bambini. Le attività estive, che si concentrano principalmente nei mesi di giugno e luglio, costringono molte famiglie a cercare alternative anche per il resto dell’estate fino alla riapertura delle scuole a settembre.

Stangata dei campus a Milano: mancanza di inclusione

Nonostante l’aumento dei prezzi, i servizi di inclusione rimangono insufficienti. Secondo una guida pubblicata da Radiomamma, solo 28 su oltre 200 campus analizzati sono attrezzati per accogliere bambini con disabilità o bisogni speciali. Questo evidenzia una significativa lacuna nel supporto necessario per tutte le famiglie, in particolare quelle con esigenze particolari.

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Ostacoli burocratici e ritardi nel “Piano Estate”

Il “Piano estate”, un’iniziativa del Ministero per mantenere aperte le scuole durante l’estate con fondi straordinari, ha incontrato numerosi ostacoli burocratici. Ritardi nella pubblicazione delle autorizzazioni e nella finalizzazione dei contratti hanno impedito a molte scuole di organizzare attività in tempo. Al Cardarelli e alla Perasso, ad esempio, sono state cancellate attività previste per centinaia di famiglie, con la speranza di poter riprogrammare i laboratori tra agosto e settembre.

In breve

FantaMunicipio #38: mai come quest’anno Milano da numero uno, vince il Municipio 1

In una agguerrita edizione del FantaMunicipio è il Municipio 1, quello del centro storico, guidato dal presidente Mattia Abdu...