13.2 C
Milano
01. 10. 2022 03:43

Casa del Falso: a Milano un’esposizione dei prodotti contraffatti 

Esposte anche due copie della mitica Vespa

Più letti

La Casa del Falso sbarca a Milano, una vera e propria esposizione di prodotti contraffatti che, nella sua logica, vorrebbe sensibilizzare le persone su rischi e pericoli di affidarsi a prodotti falsi. Un debutto all’interno della Milan Fashion Week 2022, proprio a simboleggiare come il mondo della moda sia uno dei campi di maggiore interesse per chi commercializza il falso.

La Casa del Falso alla Milan Fashion Week 2022ù

In via Mercanti 2, adiacente a Piazza Duomo, fino al 26settembre apre dunque la Casa del Falso di ADM, l’agenzia doganale, che per tutta la durata della Fashion Week allerterà i cittadini sui rischi e i pericoli derivanti da acquisti di prodotti contraffatti e sulle deleterie conseguenze economiche e sociali del falso, attraverso l’esposizione di alcuni dei beni sequestrati da ADM negli ultimi mesi. Sensibilizzare i consumatori è uno degli strumenti attraverso i quali si può incidere, riducendola, sulla domanda che alimenta il mercato del falso e in occasione della Settimana della Moda, evento internazionale che esalta la genialità, creatività e maestria degli artisti della moda nel contesto cosmopolita della città di Milano, ADM promuoverà la cultura del vero e della legalità. 

Sensibilizzare il consumatore all’acquisto dell’originale

Il consumatore viene ingannato da prodotti a basso costo, apparentemente simili all’originale, ignorando che i beni contraffatti possono nuocere alla salute e all’ambiente, in quanto non fabbricati nel rispetto dei criteri di qualità, salute e sicurezza, stabiliti dall’azienda titolare del diritto di proprietà intellettuale, e spesso realizzati con materiali tossici e non a norma e attraverso processi di lavorazioni pericolosi per la salute. La Casa del Falso dà evidenza di quanto la contraffazione possa permeare la vita quotidiana del cittadino e investire i più svariati settori da quello della moda (borse, scarpe, abbigliamento, orologi) a quello dei motori, costituendo una piaga per l’economia nazionale e internazionale. Tra gli oggetti esposti anche due scooter, che presentano analogie e similitudini con il modello “Vespa”, sequestrati per contraffazione e usurpazione del marchio e del design.

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...