21.5 C
Milano
20. 05. 2022 03:34

Cascina Casenuove a San Siro: il ritorno. Ecco cosa succederà

Rinasce l'iconica struttura del 1600, ecco a cosa servirà

Più letti

Rinasce Cascina Casenuove a San Siro, con il progetto vincente di Fondazione Terzoluogo. La struttura, che si trova in via Paravia, è una vecchia cascina del 1600 ancora presente nel quartiere di San Siro, che la fondazione ha preso in mano a seguito della partecipazione al bando pubblico del Comune di Milano per la valorizzazione di beni in disuso. 

Cascina Casenuove a San Siro, il progetto di Fonzazione Terzoluogo 

La proposta presentata dalla Fondazione prevede la creazione di uno spazio culturale educativo, concepito come una “piazza” aperta e comunitaria che riunisce diversi linguaggi, ambiti di scoperta, apprendimento e conoscenza attraverso tre aree funzionali che operano in stretta sinergia, promuovendo l’incontro e il dialogo tra culture, età e persone differenti: una biblioteca multimediale gestita in alleanza con il Comune di Milano, servizi per l’infanzia, spazi laboratoriali di creatività, formazione e attività polivalenti, per giovani, adulti e bambini. Sono in corso di definizione le procedure di assegnazione dell’area e lo sviluppo del progetto definitivo di costruzione. In parallelo all’avanzamento del progetto verrà messo in atto un percorso partecipativo di ascolto, consultazione e coinvolgimento attivo nel processo di realizzazione del nuovo spazio culturale.

Cascina Casenuove a San Siro, il rendering
Cascina Casenuove a San Siro, il rendering

Che cos’è Cascina Casenuove a San Siro, la storia

La storia di Cascina Casenuove a San Siro (foto di copertina di Urbanlife.org) è lunga. La prima segnalazione risale al 1659 col nome di Casanova, in un documento dell’epoca. Da lì una lunga storia, che l’ha vista diventare oggetto ‘diverso’ all’interno di un quartiere fatto di case signorili. Di proprietà del Comune, la cascina era stata interessata da un risanamento già nel 2012, quando venne concessa la costruzione dell’edificio di via Don Carlo Gnocchi che confina con la cascina. Abbandonata, la ristrutturazione non è stata portata mai a termine, a causa anche del fatto che la struttura era vincolata dalla Sovrintendenza. 

Il recupero grazie a Fondazione Terzoluogo

Ora finalmente il recupero, grazie a Fondazione Terzoluogo e soprattutto grazie al bando del Comune di Milano, che ha dunque smosso il destino della struttura di via Paravia 22. Fondazione Terzo Luogo ETS pagherà un canone di 297mila euro per la durata del diritto di superficie e investirà 9,3 milioni di euro.

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...