23.9 C
Milano
29. 06. 2022 12:47

Milano, i potenti alla gelateria della “Cop26”: la nuova opera irriverente di Cristina Donati Meyer

Cristina Donati Meyer torna con una nuova opera in vista della conferenza sull'emerganza ambientale: un invito a riflettere su un tema delicato sul quale forse mancano ancora azioni concrete

Più letti

Con l’ironia e lo spirito critico che la contraddistingue, l’ “artivistaCristina Donati Meyer torna a colpire a Milano. Venerdì il presidente Mario Draghi sarà a Milano per la Pre-Cop26, l’evento che anticipa il congresso delle Nazioni Unite a Glasgow sull’emergenza climatica: un tema sul quale l’artista ha voluto dire la sua, come consueto, attraverso un’opera provocatoria.

Cristina Donati Meyer: «Occorre una rivolta dal basso»

L’opera è stato affissa sui muri di viale Eginardo e rappresenta alcuni capi di stato come il premier Mario Draghi, il presidente russo Putin, il presidente americano Biden ed infine il presidente cinese Xi Jinping, intenti a gustarsi dei gelati a forma di globo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da CDM (@cdonatimeyer)

«Greta e i giovani che si mobilitano ogni venerdi – ha spiegato così il senso dell’opera Cristina Donati Meyer -, hanno capito bene che l’ecologia e la salvezza del pianeta non prevarranno mai sull’economia e sull’egoismo dei Paesi ricchi e dei Paesi inquinanti. Occorre una rivolta dal basso che veda protagoniste le giovani generazioni, coloro che abiteranno un pianeta inabitabile, grazia a politici e Capi di Stato voyeur, dediti ad osservare la catastrofe mentre sono dediti ai propri affari!»

spot_img

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...