Emergency
Emergency

Si intitola “Di Guerra e Di Pace”. E’ il diciottesimo Incontro Nazionale di Emergency che si svolgerà da domani a domenica a Milano. Si tratta di un palinsesto di appuntamenti, gratuiti, che spaziano da conferenze, incontri pubblici, laboratori per bambini, mostre e un grande concerto in programma all’Arena Civica nella serata di sabato.

Emergency vuole così celebrare venticinque anni di attività, durante i quali sono stati gestiti e aperti ospedali in tutto il mondo per offrire cure ad oltre 10 milioni di persone, vittime della guerra, delle mine antiuomo e della povertà. «Da 25 anni Emergency mette in pratica un’idea molto semplice: cura chiunque ne abbia bisogno – spiega il fondatore Gino Strada -. Nulla di eroico, è il nostro dovere, la nostra resistenza: mettere in pratica, ogni giorno, in tutti i nostri progetti, i diritti umani. È questo il nostro contributo, che ci ha portato a curare oltre dieci milioni di persone.

E sarà anche una goccia nell’oceano, però è una bella goccia». L’obiettivo della tre giorni milanese dell’Incontro Nazionale è voler raccontare un modo di resistere quotidianamente. Una pratica necessaria per chi vive in terre martoriate dalla guerra, per chi è costretto a fuggire da miseria e povertà, per chi intraprende un viaggio lungo e difficile a rischio della propria stessa vita, per chi affronta e combatte ogni giorno razzismo e indifferenza. E per chi ha avuto idee e le pratica, con resistenza.

Il primo appuntamento è in programma domani sera, alle 21.00, al Teatro Dal Verme con l’apertura dell’Incontro Nazionale. Al convegno “Emergency: idee, pratiche, vite resistenti” con Diego Bianchi, alias Zoro, giornalista e presentatore di Propaganda Live, ci saranno Gino Strada e Rossella Miccio, Presidente di Emergency. A seguire ci sarà lo spettacolo Il Flauto Magico con Elio, nella doppia veste di narratore e cantante, a proporre una rilettura dell’opera di Vivian Lamarque.

Fino a domenica, in via Beltrami, ci sarà anche Peace Therapy, un percorso multimediale che permetterà all’utente di visitare un ospedale per vittime di guerra. Sempre in via Beltrami, sarà allestito l’Infopoint di Emergency, un luogo dove dialogare con i volontari, scoprire e informarsi sulle attività e i progetti della Ong nel mondo. E fino a lunedì 8 luglio è allestita, in via Dante, Zakhem|Ferite.

La guerra a casa, mostra fotografica di Giulio Piscitelli che ha visitato i centri chirurgici per vittime di guerra a Kabul e Lashkar-gah, in Afghanistan, e incontrato i pazienti. L’esposizione racconta storie di violenza quotidiana e svela le ferite – zakhem, si dice in dari – provocate dalla guerra. Tutti gli appuntamenti sono gratuiti fino a esaurimento posti. Per maggiori dettagli eventi.emergency.it/incontro-nazionale.


www.mitomorrow.it

www.facebook.com/MiTomorrowOff/