fondazione cineteca
fondazione cineteca

Il cineforum, la fondazione di un club per super appassionati e i campus per condividere quella piccola grande passione: si moltiplicano le iniziative di Fondazione Cineteca dedicate ai ragazzi, per coinvolgere e avvicinare alla settima arte anche i più piccoli. E il primo appuntamento del 2019 è fissato per dopodomani, domenica 20 gennaio. «Sono iniziative su cui puntiamo moltissimo e a cui teniamo in modo particolare», assicura a Mi-Tomorrow Silvia Pareti, responsabile dei progetti speciali per Fondazione Cineteca.

In che cosa consisterà l’appuntamento di domenica?
«Si tratta degli incontri del Cattivissimo Mic Club, un gruppo per ragazzi tra gli 11 e i 14 anni, dalle medie alla prima superiore. È finalizzato all’organizzazione di eventi, gite, workshop, proiezioni e incontri. L’iniziativa è alla seconda edizione e le attività si svolgono nelle nostre sedi (Spazio Oberdan e Mic a Milano, Metropolis a Paderno, ndr) ma anche fuoriporta».

Cosa offrite ai giovani?
«In primis di condividere la passione per il cinema. E poi farsi nuovi amici. I ragazzi legano subito perché hanno una passione in comune: il cinema e la voglia di scoprire qualcosa di nuovo. Così si creano bellissimi gruppi».

Mentre voi cosa ne traete?
«La possibilità di confrontarci con loro, conoscere i gusti, le aspettative, i registi preferiti. Grazie a loro capiamo se le nostre proposte piacciono, come migliorarle e aggiustarle. E quindi come restare in dialogo e in sintonia con le nuove generazioni. In questo modo si creano bei momenti di crescita reciproca».

I ragazzi quindi amano ancora il cinema…
«Sono dei super cinefili. Bisogna sfatare il mito che i giovani non apprezzino più il cinema. Semplicemente hanno il loro modo di fare un percorso, e bisogna andare a intercettarli e incrociarli».

Qual è il vostro target?
«Ci siamo focalizzati in particolare sulle medie, anche se le attività sono adatte a tutti i ragazzi. Ma quella è una fascia che di solito resta un po’ fuori da questi progetti. Sono esperienze molto significative perché vengono vissute praticamente in “autonomia”, con adulti che non sono né genitori né insegnanti. Sono loro pari».

State già pensando anche ai campus estivi?
«Certo, nella prima settimana di febbraio si apriranno le pre-iscrizioni. Si potrà scegliere fra tre periodi, l’ultima settimana di giugno e le prime due di luglio. Quest’anno ci sposteremo in una nuova location: sarà in Trentino, a Montagne, vicino a Pinzolo».

Come saranno strutturati i campus?
«L’iniziativa è al suo quarto anno ed è destinata ai ragazzi dalla quinta elementare fino alla terza media. Ogni gruppo sarà suddiviso in modo omogeneo per età. E il tema questa volta sarà la scoperta della luna, visto che ricorre il 50esimo anniversario. Perciò la luna diventerà la nostra bussola e chiederemo ai ragazzi di girare i cortometraggi su questo argomento, ma affrontato a 360 gradi: dalla luna ai lunatici, per intenderci. Saranno seguiti sempre da un filmmaker e realizzeranno un vero set cinematografico. I corti che gireranno saranno presentati al festival “Piccolo grande cinema 2019”, il prossimo autunno».

Cosa vi aspettate?
«Grandi cose. I campus sono un bel modo per mettersi in gioco: nascono tante idee ed è come un bellissimo sport di squadra, dove ognuno trova il suo ruolo e ha la possibilità di esprimersi. È importante anche per aumentare la sicurezza, l’autostima. La passione per il cinema è trasversale, non è da maschi o da femmine: piace a tutti e mette d’accordo tutti. E poi non c’è competizione: si lavora insieme per un unico obiettivo comune».

CATTIVISSIMO MIC CLUB – LA PROGRAMMAZIONE

Domenica 20 Gennaio, alle 14.30
Laboratorio creativo di animazione in Stop motion a cura di Roberto della Torre di Mic Lab presso il Mic

Domenica 17 febbraio, alle 14.30
Visione del film Alita – Angelo della battaglia (2019) di Robert Rodriguez, tratto da una amatissima graphic novel giapponese e ambientato in un mondo post-apocalittico – presso il Cinema Orfeo di Milano

Domenica 17 marzo, alle 14.30
Proiezione del film muto Nosferatu il Vampiro (1922) di Friedrich Wilhelm Murnau con accompagnamento musicale dal vivo di Francesca Badalini + visita guidata all’Archivio Storico dei film con il percorso Un Archivio da Paura

Domenica 14 aprile, tutto il giorno
Visita al Museo del cinema di Torino con due percorsi guidati alla scoperta del cinema delle origini e del cinema di animazione + ascensore panoramico della Mole Antonelliana

Info e prenotazioni al numero 02.87.24.21.14

Tornano anche le Cinemerende

Un altro appuntamento speciale dedicato ai giovani è quello delle Cinemerende, la rassegna che si svolge al Metropolis di Paderno Dugnano. «Un progetto nato con i Consiglio comunale dei ragazzi e delle ragazze di Paderno – spiega Pareti -. Le Cinemerende abbinano la proiezione di un film a una merenda con pane e cioccolata e hanno avuto una fase di progettazione molto lunga e seria, attraverso la costituzione di una commissione cultura, che ha organizzato sondaggi e confronti per stabilire la programmazione. I ragazzi abitano totalmente lo spazio e si sono fatti carico di questo impegno da ogni punto di vista». Ogni mese c’è un appuntamento a un prezzo agevolato di 3,50 euro. Info al numero 02.91.89.181.


www.mitomorrow.it

www.facebook.com/MiTomorrowOff/