fondazione rava
fondazione rava

La Fondazione Francesca Rava lancia da Milano la sesta edizione di “In Farmacia per i bambini”, iniziativa di raccolta di farmaci da banco, alimenti e prodotti pediatrici destinati ai bambini in povertà sanitaria che si terrà domani nelle farmacie di tutta Italia che hanno dato la loro adesione.

COME FUNZIONA • Nell’ambito della Giornata Mondiale dei Diritti dell’infanzia, che si festeggia il 20 novembre, le confezioni che martedì  saranno acquistate e consegnate ai volontari della Fondazione verranno donate a 536 case famiglia, comunità per minori ed enti italiani che aiutano i bambini, oltre all’Ospedale Nph St Damien, l’unico pediatrico ad Haiti. Testimonial dell’iniziativa è anche quest’anno Martina Colombari: «Per me è un grande onore perché ogni anno sento di far parte di una squadra sempre più ampia che si prodiga con amore nei confronti dei bambini più bisognosi, in Italia come in Haiti. Possiamo davvero fare qualcosa di concreto per difendere il diritto alla salute dei più piccoli».

«Siamo molto soddisfatti per il successo dell’iniziativa della Fondazione Rava alla quale aderiscono ogni anno sempre più farmacie – ha ribadito dal canto suo Marco Cossolo, Presidente di Federfarma -. In un momento in cui si parla spesso di spreco di farmaci è particolarmente doloroso pensare che esistono famiglie, italiane e straniere, che non possono garantire ai propri bambini i prodotti per la salute di cui hanno bisogno».

LA POVERTA’ • Nel 2017, secondo i dati Istat, l’incidenza della povertà assoluta fra i minori permane elevata e pari all’12,1%, più di uno su dieci. Il dato sale al 20,9% tra le famiglie con tre o più figli minori. Risultano in povertà assoluta un milione e 778mila famiglie residenti, in cui vivono 5 milioni e 58mila individui. Sempre l’anno scorso, sono stati raccolti e donati in tutto 186mila prodotti. «Milano in questi anni è la città italiana che stanzia più risorse per il sostegno al reddito – ha sottolineato l’assessore alle Politiche sociali del Comune, Pierfrancesco Majorino -. Siamo passati da 18 milioni del 2011 ai 36 milioni di oggi». Per conoscere le farmacie milanesi che aderiscono basta consultare il sito infarmaciaperibambini.nph-italia.org.

I NUMERI

1.745,
Le farmacie italiane aderenti all’iniziativa

2.500,
I volontari presenti domani nei negozi

186.000,
I prodotti raccolti e donati nel 2017

385,
Gli enti beneficiari dell’iniziativa

80.000,
I bambini assistiti ogni anno al Saint Damien di Haiti

Dieci anni di “Ninna ho”

L’iniziativa per le mamme in difficoltà

“Ninna ho” compie dieci anni. Il primo progetto italiano contro l’abbandono neonatale, nato nel 2008 da un’idea della Fondazione Francesca Rava e del Network KPMG in Italia. La mission dell’iniziativa è quella di diffondere la normativa italiana che consente alle future mamme in grave difficoltà di poter partorire in anonimato e sicurezza presso tutte le strutture ospedaliere. Il Policlinico di Milano è una delle strutture capofila del progetto, dotato anche di culla termica, che rappresenta una speranza per scongiurare gesti disperati come l’abbandono in strada dei neonati. In un decennio sono stati distribuiti un milione di opuscoli in sei lingue per raccontare il progetto. Per conoscere il messaggio di “Ninna ho” e diventare ambasciatori del progetto basta consultare il sito ninnaho.org.