3.1 C
Milano
07. 12. 2022 12:18

Esplosione a San Giuliano, le indagini: esercitazione antincendio il giorno prima

I detriti vengono rimossi con un escavatore e il capannone dove è scoppiato l'incendio verrà smantellato

Più letti

A San Giuliano Milanese prosegue il lavoro dei pompieri per spegnere il maxi-incendio scoppiato nella mattinata di ieri, mercoledì 7 settembre. La buona notizia è che i focolai principali sono stati domati, anche se il lavoro dei vigili del fuoco proseguirà ancora per qualche giorno. La cattiva notizia sono le condizioni di salute dell’unico operaio rimasto gravemente ustionato.

Maxi-incendio a San Giuliano: indagini in corso

I vigili del fuoco stanno spegnendo i focolai del maxi-incendio scoppiato ieri mattina verso le 10, nell’azienda Nitrolchimica a San Giuliano Milanese nell’hinterland del capoluogo. I detriti del fabbricato vengono rimossi con gli escavatori. Allo stesso tempo viene poco a poco smantellato il capannone dove si trova uno dei magazzini nei quali si è verificata l’esplosione che ha provocato, a causa dell’incendio con fiamme altissime che ne è seguito e dell’enorme quantità di fumo nero, sei tra feriti e intossicati fra i dipendenti di cui uno in gravi condizioni per le serie ustioni. Il lavoro dei pompieri – che ieri sono intervenuti con una ventina di squadre e un centinaio di persone – proseguirà a lungo, sicuramente almeno per tutto il giorno.

É stato trasferito dal San Gerando di Monza al Centro grandi ustionati dell’ospedale di Niguarda (Milano), l’operaio, di 44 anni, rimasto gravemente ferito nell’incendio della Nitrolchimica, azienda di recupero solventi e smaltimento di rifiuti pericolosi, divampato ieri nell’area industriale di via Monferrato, a San Giuliano Milanese (Milano). Le sue condizioni restano gravi a causa delle ustioni di secondo e terzo grado su volto, torace ed altre parti del corpo.

San Giuliano: esercitazione antincendio in giorno prima

Il giorno prima dell’incendio che ha devastato la Nitrolchimica di San Giuliano Milanese, il personale aveva effettuato una esercitazione antincendio con una azienda specializzata per quel tipo di attività. Lo rende noto l’azienda. «E’ stato proprio grazie alla prontezza di spirito e alle tecniche acquisite durante le numerose esercitazioni – spiega la Nitrolchimica – che il personale dell’azienda si è dimostrato preparato e pronto nel prestare, in sicurezza, immediato soccorso ai feriti e nel tentare di contenere l’incendio prima dell’arrivo dei vigili del fuoco e dei mezzi di soccorso».

In breve

FantaMunicipio #13: da orti abusivi a spazi verdi. La nuova classifica

Un paio di sopralluoghi per gli spazi verdi in città hanno ridato attenzione a due aree della città su...