3.4 C
Milano
19. 01. 2021 19:22

La Lega accelera: candidato sindaco a breve?

Più letti

Bollettino regionale, meno di 1.000 contagi in Lombardia: Milano, +139

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 930, di cui 73 “deboli”, con la percentuale tra tamponi eseguiti...

Il declassato Gallera torna in consiglio: «Sto recuperando le mie energie psico-fisiche»

Gallera torna in consiglio regionale per la prima volta nel 2021 e lo fa da semplice consigliere. Tra gli...

Movida Delivery, dalla voglia di greco alle quiche di Knam

Con i ristoranti chiusi, non resta che ordinare le prelibatezze offerte da Milano direttamente a casa. Ecco la selezione...

Domani e domenica la Lega sarà in tutte le piazze della Lombardia con banchetti e gazebo per il tesseramento per l’anno 2020.

 

Lega, in arrivo il candidato sindaco?

Particolarmente cruciale sarà l’intensificazione delle visite di Matteo Salvini a Milano, dove il prossimo anno si giocherà la partita delle elezioni comunali. Tutto, però, sembra dipendere dalla decisione ufficiale di Beppe Sala che aspetterà settembre per dire se si ricandiderà o meno a sindaco per il quinquennio 2021-2026.

In molti, nella maggioranza di centrosinistra, sono convinti che alla fine la fumata sarà bianca e, di conseguenza, Sala si impegnerà nella campagna elettorale per la chiamata alle urne del giugno 2021. Tuttavia, va anche messo in conto un passo indietro dell’attuale sindaco come fece Giuliano Pisapia.

In questo caso si aprirebbe il tema delle primarie. I nomi? C’è chi sussurra quello di Tito Boeri, fratello del presidente della Triennale ed ex presidente Inps. Se fosse un “politico” ecco rispuntare Pierfrancesco Maran, assessore all’Urbanistica, o Pierfrancesco Majorino, già assessore ai Servizi sociali e già candidato alle primarie 2016.

Candidato sindaco, voci sui possibili nomi

Nello schieramento avversario piacerebbe convincere il rettore del Politecnico, Ferruccio Resta, stimato trasversalmente e caldeggiato dalla Lega “moderata” rappresentata da Giancarlo Giorgetti. Occhio anche a Marco Giachetti, presidente della Fondazione Policlinico e amico di Matteo Salvini, a Gianluca Vago, ex rettore della Statale, ad Alberto Zangrillo, direttore della terapia intensiva del San Raffaele e medico personale di Silvio Berlusconi.

In breve

MIlano, all’asilo di via Massaua si battono i denti: condizioni inaccettabili per i genitori dei piccoli alunni

«Nella scuola di mio figlio c’erano appena 3 gradi: bambini e maestre dovevano indossare tutto il tempo sciarpa e...

Potrebbe interessarti