25.6 C
Milano
23. 07. 2024 09:53

Liceo Carducci, sospensione e lavori socialmente utili per gli studenti che avevano appeso lo striscione con Meloni e Valditara

La punizione viene subito criticata dal Collettivo dell'istituto: «Cosa si vuole dimostrare con questi provvedimenti? Vogliamo una scuola che insegna a punire, a deridere e ad isolare?»

Più letti

10 giorni di sospensione e 18 ore di lavori socialmente utili per gli studenti che sabato 4 marzo 2023 avevano appeso davanti al liceo Carducci di Milano uno striscione con la premier Giorgia Meloni e il ministro dell’Istruzione Giuseppe Valditara a testa in giù. Questa è la punizione voluta dai professori dell’istituto, che però fa scatenare subito la polemica.

Il Collettivo Mille Papaveri Rossi rilascia infatti un comunicato (pubblicato anche sui social ma poi rimosso) in cui vengono criticate le attività socialmente utili, con l’obiettivo di dare solidarietà ai ragazzi coinvolti: «Vogliamo ricordare che i protagonisti sono studenti e studentesse del nostro istituto. Hanno diritto alla stessa dignità di tutti gli altri, che ci si consideri favorevoli o meno al loro gesto», si legge. «Cosa si vuole dimostrare con questi provvedimenti? Vogliamo una scuola che insegna a punire, a deridere e ad isolare?» è la domanda rivolta al preside.


Il 4 marzo 2023 avevamo scritto:

«Ma quale merito, la vostra è solo violenza», con la A simbolo di anarchia a fianco: è lo striscione apparso davanti al liceo Carducci di Milano con le figure della premier Giorgia Meloni e del ministro dell’Istruzione Giuseppe Valditara a testa in giù e con due croci sugli occhi.

Striscione al liceo Carducci, l’indignazione del centrodestra

Immagine che ha subito fatto partire le proteste del centrodestra, a partire da quelle dell’ex assessore regionale alla Sicurezza ed ora deputato di FdI Riccardo De Corato. «Trovo il fatto molto grave a prescindere. Ancor più grave – ha osservato – perché si tratta di una struttura che dovrebbe essere educativa: Non capisco bene quale educazione fornisca agli studenti. Non vorrei che la formazione sia quella dell’odio politico verso l’avversario che riporterebbe l’Italia indietro di qualche decenni».

giorgia meloni

Liceo Carducci, De Corato: «La sinistra tace sullo striscione»

«Non oso immaginare quale sarebbe stata la reazione del sindaco Sala, del PD e in generale della Sinistra e dei radical chic, se al posto di Giorgia Meloni ci fosse stata Elly Schlein. Quella Schlein e quella stessa sinistra che si riempie la bocca di parole come body-shaming è la stessa che, nella pratica, fomenta contro gli avversari politici lo stesso odio che stigmatizza. Quella Sinistra – ha aggiunto De Corato – che oggi manifesta a Firenze e che tace sullo striscione di Milano e sull’aggressione ai nostri giovani a Bologna dove la Procura ha aperto un’inchiesta e indagato otto comunisti dei collettivi».

Toccalini: «Lega andrà al liceo Carducci»

Striscione «inaccettabile» anche secondo Luca Toccalini, il deputato responsabile del dipartimento Giovani della Lega, che ha chiesto la solidarietà di tutte le forze politiche annunciando che «la Lega sarà in settimana a volantinare davanti l’istituto per un confronto sano sul futuro dell’Italia».

Striscione al liceo Carducci, Sala: «Solidarietà a Meloni e Valditara»

«La mia totale solidarietà a Giorgia Meloni e a Giuseppe Valditara. Lo striscione apparso al liceo Carducci è un fatto grave. Il rischio anarchico non è da sottovalutare. Proprio non è possibile sottovalutarlo». Così il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha commentato lo striscione apparso fuori dal liceo milanese, con le figure della premier e del ministro all’Istruzione a testa in giù. «Dopodiché – ha aggiunto – c’è da provare tristezza per i commenti provocatori di alcuni esponenti di destra».

In breve

Il Municipio 1 vince il FantaMunicipio 2024, il presidente Abdu: «Tuteliamo le identità dei singoli quartieri»

Il FantaMunicipio di Mi-Tomorrow di quest’anno ha visto trionfare il Municipio 1 guidato dal 2021 dal presidente Mattia Abdu...