11.1 C
Milano
23. 10. 2021 02:58

M4, è ancora protesta: le torrette in via Foppa sono uno “scempio” per i residenti

Le torrette di aerazione della metro sono fondamentali per l'opera, ma l'impatto estetico lascia a desiderare

Più letti

I cantieri della M4 sono nuovamente al centro delle proteste. Questa volta a far protestare i residenti della zona sono le torri in calcestruzzo alte sei metri presenti in via Foppa, utili al ricambio d’aria nei condotti della metro.

M4, la protesta dei residenti: «Non erano previste»

«Sono torri alte sei metri, proprio di fronte alle facciate dei civici 25 e 58 di via Foppa – si lamentano dal Comitato M4 Foppa-Dezza-Solari -. Costruzioni che hanno un impatto negativo per le abitazioni dei residenti dei primi e secondi piani e che mai erano state descritte o annunciate nei rendering di presentazione delle varie fasi dei lavori di M4, neanche negli incontri più recenti con le Commissioni del Municipio 6 e in quelle comunali».

A ribadire il concetto anche Enrico Balossi, segretario dell’associazione commercianti Asselor di via Lorenteggio: «Seguo i lavori dal 2014 e in nessun tavolo del Comune e di M4 sono apparse le torrette con tanto di finestrelle sulla sommità – spiega al Corriere -: gli ultimi rendering mostrano ancora via Foppa libera da manufatti del genere, mai presentati pubblicamente»

Granelli: «Non si può fare diversamente»

L’assessore alla Mobilità, Marco Granelli, sottolinea che purtroppo non esiste una soluzione alternativa. «Rispetto al passato non è più possibile realizzare le prese d’aria del condizionamento e del ricambio d’aria a raso dei marciapiedi – afferma Granelli -: regole comunali e di Ats indicano in sei metri l’altezza minima dei camini per questa funzione, torrette peraltro già utilizzate lungo la tratta della linea 5 lilla. E per i casi particolari delle stazioni “California” e “Washington-Bolivar” le strutture in calcestruzzo saranno coperte da rivestimenti per il miglior inserimento urbanistico».

 

In breve

Alla Triennale c’è “Refocus”, la pandemia raccontata da 40 giovani fotografi

La pandemia raccontata dagli scatti fotografici di 40 giovani fotografi: fino al 21 novembre negli spazi della Triennale di...