12.5 C
Milano
16. 05. 2021 07:14

Milano, le “bike line” della transizione green già invisibili: ciclabili “cancellate” dall’asfalto

Le tante contestate ciclabili realizzate dall'amministrazione stanno già "scomparendo"

Più letti

Non è passato neanche un anno dalla svolta bike friendly decisa dal Comune di Milano durante lo scorso lockdown. Tuttavia gran parte delle ciclabili realizzate attraverso una semplice segnaletica stradale a terra – le famose linee gialle – sono già quasi completamente scomparse.

Usura. A determinarne la scomparsa svariati motivi: i pneumatici delle auto, il problema mai risolto dei parcheggi in doppia fila ed infine lo smog. Basta farsi un giro in viale Monza, dove sorge una delle ciclabili più contestate per rendersi conto, che ormai le linee sono praticamente scomparsa.

Peggio ancora in sul cavalcavia di viale Puglia. Qui i segnali che indicano il tratto ciclabile sono già indistinguibili dal resto dell’asfalto. Altrettanto in via Pola, tra piazzale Lagosta e Palazzo Lombardia, dove la segnaletica per le due ruote è ormai già un ricordo.

Da Palazzo Marino fanno sapere che «c’è un programma di rifacimenti della segnaletica laddove è necessario per tenerle in efficienza». Le ciclabili risorgeranno quindi con la bella stagione?

In breve

Brera a portata di click: un’app per scoprire la Pinacoteca (e non solo)

Far scoprire ai milanesi e agli appassionati di arte tutti i segreti, le curiosità e la storia della Pinacoteca...