7 C
Milano
29. 11. 2020 11:06

A Milano arriva la Cucina Mobile di Progetto Arca: pasti caldi e sostegno per i senzatetto

Il nuovo foodtruck porterà cibo e una parola di conforto in questo delicato momento

Più letti

Cenone a Natale e Capodanno? Il decreto serve l’escamotage

Nel decreto emanato lo scorso 24 ottobre era presente una piccola falla nelle restrizioni legate al mondo della ristorazione....

Monopattini, il lockdown non frena gli incidenti: grave un giovane 23enne

I monopattini tornano nuovamente al centro della cronaca e come sempre sono protagonisti di notizie poche positive. Ieri sera...

Seveso, i comitati “No vasca” accusano il cantiere per l’incremento dell’inquinamento atmosferico

Non c'è tregua tra gli attivisti del comitato "No Vasca" di Bresso ed i cantieri per la realizzazione della...

La solidarietà trova sempre forme alternative per riuscire nel proprio intento, anche in condizioni difficili come quelle di una pandemia. Dalla prossima settimana a Milano sarò attivato il nuovo  di Cucina Mobile di Fondazione Progetto Arca.

Aiuto ai più poveri. La Cucina Mobile consiste in un foodtruck dotato di fornelli, forno e bollitori, che seguirà le Unità di strada di Progetto Arca in particolare durante i mesi più freddi, consegnando per ora 120 pasti caldi cucinati al momento, ogni sera per 5 giorni a settimana.

Insieme al pasto caldo, i volontari consegneranno a chi incontreranno in strada anche un sacchetto contenente cibi confezionati per la colazione e il pranzo della giornata successiva.

Non sarà solo un “aiuto alimentare”, ma i senza tetto potranno trovare un momento di dialogo con i volontari ed essere anche informati sui servizi dedicati loro in questo periodo di restrizioni.

cucina mobile progetto arca

«Un’attività di cui la città ha bisogno ora più che mai – dice l’assessore alle Politiche sociali e abitative Gabriele Rabaiotti -. Ci siamo già misurati con le difficoltà dell’emergenza, amplificate nel momento in cui le persone si trovano per strada, impossibilitate a proteggere se stesse e gli altri. Questa iniziativa migliora la qualità di un servizio che in città ha già raggiunto un buon livello di risposta, riuscendo a fornire un piatto caldo e una dieta più equilibrata ai senza dimora. Quel piatto rappresenta anche un’occasione per poter scambiare due parole, informare dei servizi offerti e cercare di convincere queste persone ad utilizzare le strutture che, come ogni anno, a breve verranno attivate per il Piano freddo».

SCARICA L'AUTOCERTIFICAZIONE SCARICA AUTOCERTIFICAZIONE

In breve

Monopattini, il lockdown non frena gli incidenti: grave un giovane 23enne

I monopattini tornano nuovamente al centro della cronaca e come sempre sono protagonisti di notizie poche positive. Ieri sera...

Monopattini, il lockdown non frena gli incidenti: grave un giovane 23enne

I monopattini tornano nuovamente al centro della cronaca e come sempre sono protagonisti di notizie poche positive. Ieri sera un taxi ed un rider...

Seveso, i comitati “No vasca” accusano il cantiere per l’incremento dell’inquinamento atmosferico

Non c'è tregua tra gli attivisti del comitato "No Vasca" di Bresso ed i cantieri per la realizzazione della nuova vasca di laminazione del...

Milano, svelato il mistero del corpo senza vita davanti al Fatebenefratelli

Il corpo ritrovato ieri mattina davanti al Fatebenefratelli di Milano era quello di Constantin Matachi, romeno 71enne senza fissa dimora. Le indagini degli agenti...

Dopo i Covid Hotel sbarcano a Milano anche i Covid Taxi

A partire da domani, per i successivi dieci giorni, sarà attivato a Milano il servizio di Covid Taxi. L'iniziativa nasce da un accordo tra...

Potrebbe interessarti