9.7 C
Milano
25. 10. 2021 05:56

A Milano sempre più “furbetti” del dehors

Le procedure semplificate per la concessione del suolo pubblico previste dal Comune hanno permesso il proliferare di centinaia di dehors in città. Tuttavia qualcuno sembra non accontentarsi

Più letti

Le norme anti-Covid hanno stravolto il paesaggio urbano di Milano. Le vie sono state “colonizzate” dai dehors per dar modo alle attività commerciali di allargare gli spazi a disposizione e rispettare il distanziamento sociale. Tuttavia da quando è entrata in vigore l’ordinanza comunale sull’occupazione degli spazi pubblici, non sono mancati i “furbetti” che hanno cercato di ottenere più del dovuto. Negli ultimi mesi si sono registrate ben 88 violazioni per occupazioni del suolo abusive o difformi.

L’ultimo caso. L’unità accertamento Cosap della Polizia locale di Milano ha sequestrato  questa mattina 43 tra tavoli, sedie e ombrelloni ad un locale che occupava abusivamente circa 40 metri quadrati del parterre centrale di via Pacini.

Al locale non era stata concessa l’occupazione temporanea di suolo pubblico secondo  le nuove procedure semplificate previste dal Comune, poiché interferiva con una stazione del bike sharing e con i flussi pedonali da piazzale Piola.

Già nelle scorse settimane, su segnalazione del Municipio 3, gli agenti della Polizia locale, erano intervenuti in due occasioni chiedendo il ripristino dei luoghi. La reiterata condotta illecita ha portato così all’operazione di sequestro.

In breve

A San Siro il museo della Nazionale: tra i cimeli anche tutte le maglie azzurre indossate negli anni

La partita di questa sera è stata l'occasione per inaugurare in un nuovo spazio espositivo situato al piano superiore...