11.9 C
Milano
22. 10. 2021 04:18

Milano, a due passi dal Duomo un gonfiabile celebra la giornata mondiale senza tabacco

Oggi è la giornata mondiale senza tabacco: un invito a riflettere ed agire contro i danni causati dalle sigarette

Più letti

Oggi si celebra la giornata mondiale senza tabacco, un’occasione per riflettere sugli effetti dannosi delle sigarette e per combattere la dipendenza. Un messaggio universale che non è rivolto solo ai tabagisti, ma anche ai non fumatori per invitarli a sostenere ed ad incentivare parenti e amici fumatori a smettere.

A Milano per sottolineare il senso di questa giornata è stato installato a pochi passi dal duomo un gonfiabile a forma di sigaretta annodata con tanto di cartello riportante l’imperativo “Annodala!”.

Giornata mondiale senza tabacco: gli effetti del fumo durante la pandemia

«Nella prima fase della pandemia c’è stato un aumento del consumo giornaliero di sigarette, in particolare tra le donne. Le gravi conseguenze sociali, economiche, l’accresciuto livello di incertezza e l’isolamento sociale hanno generato un aumento di ansia, paura, senso di solitudine e depressione, barriere all’abbandono del fumo», spiega Gabriella Pravettoni, responsabile del Centro Antifumo dello Ieo.

Anche qualche segnale positivo

giornata mondiale senza tabacco

Contemporaneamente c’è stata una riduzione del fumo tra i 18 e 34 anni e dai 30 ai 50 anni. «Nei giovani la sigaretta, oltre che avere un valore di ricerca dell’identità, ha una dimensione sociale fondamentale – continua l’esperto -. Il venir meno del contatto con il gruppo dei pari e delle occasioni di divertimento potrebbe aver spinto molti ad abbandonare la sigaretta».

Per la fascia 30-50 anni invece si può ipotizzare che la pandemia abbia rappresentato un momento in cui riflettere sui danni causati dal fumo alla salute, spingendo a fare dei concreti tentativi per smettere.

Molti avrebbero cercato di smettere di fumare percependosi più a rischio di ammalarsi e avere conseguenze ai polmoni, già compromessi dal fumo.

In breve

È tempo di derby d’Italia: chi perde è già fuori dalla lotta scudetto?

Sarà il pubblico, rispetto a una stagione fa, l'aspetto distintivo del derby d'Italia in programma domenica sera alle 20.45...