23.9 C
Milano
07. 05. 2021 17:50

Milano, l’arzilla nonna sventa la truffa ai suoi danni

Un ennessimo tentativo di truffa ad un'anziana indifesa, ma questa volta l'esito..

Più letti

Purtroppo il coronavirus è diventato anche un pretesto per nuove truffe agli anziani. Più volte sulle colonne dei giornali sono apparsi tentativi di raggiro, in cui si chiedevano in prestito somme di denaro per far fronte alla malattia. Pochi giorni fa alcuni truffatori hanno cercato di mettere in pratica lo stesso copione ai danni di un’anziana donna milanese di 86 anni, ma non tutto è andato per il verso sperato.

Truffa. La donna ha ricevuto una chiamata da una donna che si spacciava per la fidanzata del nipote. La finta consorte le ha chiesto così una somma di 10.000 euro o in alternativa diamanti o gioielli per curare il proprio nipote che aveva contratto il Covid e versava in condizioni di salute precarie.

Alle prime chiamate della donna, sono anche seguite alcune chiamate da parte di un uomo che faceva finta di essere il nipote e rassicurava la nonna sulla veridicità della questione. Tuttavia l’arzilla signora non ha mangiato la foglia e ha contattato immediatamente la polizia.

In accordo con gli agenti ha fatto finta di depositare sotto casa alcuni preziosi che sarebbero stati raccolti da una fantomatica dottoressa Bianchi. Al momento del “ritiro” la donna è stata arrestata dagli agenti, che al momento stanno cercando di rintracciare anche i suoi complici.

In breve

Milano, predicatrice senza mascherina in metro. Il personale Atm: «Non possiamo far nulla. Ha pagato il biglietto»

Sulla metro di Milano è stata avvistata più volte nell'ultimo periodo una donna anziana di origini asiatiche intenta a...