24.9 C
Milano
17. 06. 2021 23:36

Milano, sfratto inquilini di via Tolstoi: una nuova speranza all’orizzonte

Dopo la notifica di sfratto da parte della proprietà, si apre una nuova speranza per gli inquilini di via Tolstoi: un tavolo con il Comune per trovare nuove soluzioni

Più letti

Lo scorso 30 maggio agli inquilini del complesso residenziale di via Tolstoi era stata recapitata una lettera da Reale Mutua, proprietaria degli immobili, in cui si comunicava la fine della concessione degli appartamenti al termine del decorso contrattuale. In settimana è invece arrivata una buona notizia: l’avvio di un tavolo di lavoro per trovare una soluzione condivisa.

I fatti. Reale Mutua aveva inviato le lettere agli inquilini il 30 maggio non dando specifiche motivazioni per i futuri “sfratti”. Si adduceva semplicemente ad «un profondo processo di cambiamento di Milano», per il quale diveniva doveroso un «intervento di riqualificazione edilizia».

Lo scorso giovedì invece l’incontro tra Beppe Sala, l’assessore all’Urbanistica Maran, Reale Mutua e il presidente del Municipio 6 Santo Minniti, ha aperto un nuovo spiraglio per gli inquilini del complesso. «È nel diritto di Reale Mutua disporre dei suoi beni, ma in questo momento non va bene per noi né per loro creare un problema del genere – aveva raccontato il primo cittadino riferendosi alla prospettiva di sfratto di quasi 700 persone -. Ad oggi la ricetta non c’è, ma quello che deve fare il Comune è un’opera di moral suasion».

Quest’oggi anche il Sunia (sindacato nazionale degli inquilini) invierà alla proprietà la richiesta di un tavolo condiviso con il Comune: «L’obbiettivo è capire innanzitutto quale sia il progetto di Reale Mutua», spiega Milena Pollara, segretaria del sindacato inquilini di Milano.

In ogni caso quale sia la prospettiva di Reale Mutua non è ancora dato sapersi. «Ci aspettiamo che Reale Mutua avanzi proposte alternative — commenta Ugo Grottoli, residente nello stabile e portavoce delle famiglie —. Il nostro obiettivo resta quello di non fare uscire gli inquilini».

In breve

SwappaMi, a Milano il negozio in cui si paga con il baratto

A Milano nasce SwappaMi ed è un pò come fare un salto in un mondo antico: niente più soldi...