milano wine week
milano wine week

C’è la moda, c’è il design, ma c’è anche il vino, al quale è dedicata da dopodomani la seconda edizione della Milano Wine Week. Il format prodotto da Lievita, società di SG Company, propone un palinsesto di eventi per otto giorni in tutta la città, con uno sguardo attento all’evoluzione comunicativa del settore, alle nuove generazioni di consumatori e di addetti ai lavori e alle importanti risorse del turismo vinicolo.

 

Il clou. Headquarter della manifestazione sarà ancora una volta Palazzo Bovara, in corso Venezia, che grazie alla sua posizione strategica e al suo prestigio è la sede ideale per alcuni tra gli appuntamenti più istituzionali della manifestazione.

La corte al piano terra e le eleganti sale al primo piano ospiteranno un fitto palinsesto di masterclass, seminari, lanci di nuove etichette, aperitivi, cene esclusive e walk-around tasting. Parallelamente nell’arco della settimana saranno attivi sei “Wine District”, con l’abbinamento di ciascun quartiere a un consorzio vinicolo. Il tutto si tradurrà nell’attivazione dei locali di somministrazione delle varie zone con la creazione di circuiti di degustazione dedicati al pubblico consumatore.

Flash mob. Domani ci sarà una preview d’eccezione: alle 18.00, in piazza Tre Torri, ci sarà un imponente flash mob che vedrà il coinvolgimento di migliaia di persone che si ritroveranno a brindare con le bollicine delle aziende aderenti all’Istituto Trentodoc. L’obiettivo è superare i tremila calici alzati in contemporanea lo scorso anno.

A fare da cornice al brindisi da record saranno i virtuosismi musicali dei Funkasin Street Band. Domenica, inoltre, si proseguirà con Bottiglie Aperte, giunta alla sua ottava edizione, fino a lunedì al Superstudio Più di via Tortona.


www.mitomorrow.it