6.4 C
Milano
22. 01. 2022 18:14

Inutile la manifestazione No Green Pass a Milano? Intanto arriva l’annuncio “Restrizioni sociali solo per i no vax”

Si spera che le dichiarazioni del ministro non incitino ancora di più i manifestanti

Più letti

Mentre la città si chiede se sia o meno inutile la manifestazione no Green Pass a Milano, il ministro per la Pubblica Amministrazione Renato Brunetta rincara la dose e annuncia che servono restrizioni sociali solo per i non vaccinati. Un modo di certo non lineare per placare le continue manifestazioni che si palesano ogni sabato per le città italiane, Milano compresa. Anzi, probabilmente le sue dichiarazioni potrebbero rivelarsi un’ulteriore miccia per i manifestanti.

Renato Brunetta annuncia restrizioni sociali per i No Vax

Dalle colonne del Corriere della Sera, il ministro della Pubblica Amministrazione rilancia la sua proposta: «La strada da percorrere è quella di un super Green pass responsabile e condiviso, per non far pagare a tutti l’egoismo di alcuni». Frasi che di certo non lasciano dubbi sull’interpretazione da dare e che, anzi, vengono ulteriormente sancite e confermate dalle dichiarazioni successive del ministro: «Se ci saranno cambi di colore perché devono pagare tutti gli italiani vaccinati, per colpa dello zoccolo duro dei no vax, estrema minoranza, sempre più invisa? – prosegue Brunetta – Se gli indicatori ospedalieri dovessero peggiorare, penso sia il caso di rafforzare il Green pass escludendo i non vaccinati da alcune attività sociali».

Manifestazione No Green Pass a Milano, Milano si mobilita 

Intanto la città di Milano si prepara ad ospitare il 18esimo sabato consecutivo di protesta da parte dei manifestanti No Green Pass oggi, sabato 20 novembre 2021. Un’altra giornata di passione per la città meneghina, ma che porta con sé molti punti interrogativi. Da parte loro i manifestanti, su Telegram, rilanciano l’idea di presentarsi in massa per far sentire ancora di più la propria voce consapevoli, però, che si è arrivati ad un punto di svolta: «Sarà una giornata decisiva per il futuro della nostra protesta» si legge sul social di riferimento dei manifestanti. Ma la giornata di oggi sarà decisiva anche per le autorità: si aspetta di vedere se e cosa accadrà in giornata e, soprattutto, se quanto messo in piedi finora è una tattica giusta. Tra denunce, daspo e perquisizioni alcune persone stanno iniziando a pagare per l’essere alla guida di gruppi non autorizzati o, comunque, per i propri atteggiamenti da facinorosi.

Il centro città, ma non solo 

Ancora una volta si cercherà di presidiare soprattutto il centro città, visto che l’appuntamento sarà come consueto in Piazza Fontana per poi dirigersi verso punti strategici della città: in passato, infatti, i manifestanti No Green Pass hanno deciso di raggiungere, a turno, la Stazione Centrale, Palazzo Marino (sede del Comune) e altri punti di focale attenzione della vita cittadina. E in tanto su Telegram si legge: «Dobbiamo essere una moltitudine: il corteo lo decideranno come sempre i numeri». All’orizzonte anche l’incognita meteo per i No Green Pass a Milano.

In breve

Milano, disagi in vista: sciopero nazionale dei mezzi contro il Green Pass

Ferrovieri e autisti dei mezzi pubblici incrociano nuovamente le braccia. Per il prossimo venerdì 3 dicembre è stato indetto...