15.8 C
Milano
06. 05. 2021 12:57

L’osservatorio nazionale boccia i monopattini: «Sono il mezzo più pericoloso in circolazione»

I dati dimostrano quanto i monopattini necessitino di regole d'utilizzo maggiormente restrittive

Più letti

I monopattini sono il mezzo più pericoloso in circolazione. A confermarlo l’Osservatorio nazionale su liberalizzazioni e trasporti (Onlit). Tra gli elementi di pericolosità citati il fatto che «non hanno targa, girano sui marciapiedi e non c’è obbligo di casco, pur viaggiando al doppio della velocità delle biciclette e con un equilibrio più precario».

I dati. Sempre secondo Onlit la velocità massima andrebbe poi ridotta da 25 km/h a 20 km/h. Comparando i dati del 2019 (quelli del 2020 non hanno valore statistico a causa delle limitazioni dovute alla pandemia) nella sola Milano, tra gli 1,6 milioni di auto rilevate dal Comune sulla base delle telecamere dell’area B, sommate ai veicoli dei residenti, si sono registrati 6.040 incidenti, con un rischio  dello 0,4% e con feriti nel 70% dei casi.

Le 250mila moto hanno causato 1.956 incidenti, con un rischio dello 0,8% e feriti nell’87% dei casi, mentre le 75mila biciclette “stimate” hanno prodotto 961 incidenti con un rischio dell’1,2% e feriti nel 92% dei casi. Venendo ai monopattini, i 15.000 circolanti in città  hanno fatto registrare 273 incidenti, elevando il rischio al 2%, 5 volte quello delle auto e quasi il doppio rispetto bici, e feriti nel 92% dei casi.

In breve

A Milano arriva il primo store italiano di Supreme: t-shirt di Leonardo da Vinci per celebrare l’evento

Oggi apre a Milano il primo store italiano di Supreme, marchio americano famosissimo tra i più giovani. Il negozio...