1.5 C
Milano
01. 12. 2022 07:33

Ponte della Ghisolfa: un anno dopo l’incidente di Bea, ridisegnata la ciclabile abusiva

È la seconda volte che succede, monta la protesta

Più letti

Nella notte tra lunedì 25 e martedì 26 luglio è stata tracciata, abusivamente, una pista ciclabile sul Ponte della Ghisolfa. Un atto provocatorio, ovviamente, per quello che Sun progetto che era stato prescelto tra le proposte del bilancio partecipativo del biennio 2017-2018 ma mai realizzato dal Comune di Milano; Palazzo Marino aveva sempre comunicato che, sebbene il progetto fosse meritevole, la pista ciclabile sarebbe costata molto più del previsto, visto che servirebbe spostare i cavi aerei del filobus. 

Ponte della Ghisolfa, la pista ciclabile abusiva
Ponte della Ghisolfa, la pista ciclabile abusiva

Ponte della Ghisolfa, la storia della pista ciclabile

Nonostante le molte lamentele, flash mob, sit in di strada e manifestazioni in genere, che dalla scorsa primavera stanno inondando la città, la pista ciclabile sul ponte della Ghisolfa, ad oggi, rimane un miraggio. E così, nella notte tra lunedì e martedì 26 luglio, abusivamente è stata disegnata da temerari che, invece, la vorrebbero eccome. Come si evince da queste fotografie che girano su Twitter. Si tratta di una seconda volta, visto che la pista ciclabile sul Ponte della Ghisolfa era già stata disegnata, sempre abusivamente, già nell’agosto del 2021.

Ponte della Ghisolfa, la pista ciclabile abusiva
Ponte della Ghisolfa, la pista ciclabile abusiva

Un’azione rivendicata con un volantino 

L’azione è stata rivendicata con un semplice volantino, il quale però mette alla ribalta un problema non di poco conto, quello della poca sicurezza per i ciclisti sul già citato ponte. E difatti nel volantino si parla di Beatrice Macrì, che nel luglio dello scorso anno rimase vittima di un grave incidente: «Non potevamo aspettare un altro anno,  il secondo dall’incidente, senza fare nulla – si legge nel testo riportato sul volantino – c’è chi fa manifestazioni, appelli, striscioni, senza ottenere grande ascolto, sembra. Noi invece agiamo e continueremo a rifare questa ciclabile popolare finché il Comune non darà il via ai lavori o perlomeno non smetterà di cancellare la nostra».

Ponte della Ghisolfa, la pista ciclabile abusiva
Ponte della Ghisolfa, la pista ciclabile abusiva

In breve

FantaMunicipio #12: Ied e Politecnico avanti tutta in città

Sono le università come Ied e Politecnico- e i progetti ad esse correlate - a spingere Milano in una...