26.4 C
Milano
24. 05. 2022 17:34

Post-scuola, mail bombing dei genitori milanesi contro il Comune

Il prolungamento dell’orario del post-scuola per le strutture comunale era garantito solo in presenza di scenario epidemiologico di rischio basso

Più letti

Una situazione straordinaria che deve tornare ordinaria. Questo il senso dei messaggi mail-bombing che i genitori degli asili nidi e delle scuole dell’infanzia comunali stanno facendo recapitare in massa negli indirizzi di posta elettronica di Palazzo Marino. I genitori milanesi rivogliono il post-scuola, supporto fondamentale per le famiglia che si trovano in difficoltà nel gestire l’uscita da scuola dei propri bambini

Mail bombing contro il Comune per il post-scuola

​«Gentile direttrice, sono un genitore di questa città che necessita del servizio di doposcuola nei nidi e nelle scuole dell’infanzia comunali, assente già da oltre due mesi». Con queste parole inizia il messaggio, sempre uguale, che è stata inviata dalle famiglie milanesi alle mail della vicesindaco Anna Scavuzzo e del sindaco Giuseppe Sala per alzare la voce sul mancato rispetto da parte del Comune di Milano dell’accordo di corresponsabilità tra servizi cittadini e famiglie milanesi firmato all’inizio dell’anno scolastico.

post-scuola

Il prolungamento dell’orario per le strutture comunali era garantito solo in presenza di scenario epidemiologico di rischio basso, secondo gli indicatori definiti da Ats Milano Città Metropolitana. Secondo i genitori, bollettini alla mano, il ritorno della Lombardia in zona bianca dal 28 febbraio rende possibile già da due settimane il recupero del post-scuola. Le famiglie battono cassa e ora attendono risposte convincenti dal Comune di Milano.

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...