30 C
Milano
23. 07. 2021 21:40

Prostituzione a Milano: la domanda di sesso più forte del virus

L'allarme lanciato dalla Caritas Ambrosiana: il racconto

Più letti

Il timore legato al coronavirus non scalfisce la domanda di sesso a pagamento per le strade di Milano. È l’allarme lanciato dalla Caritas Ambrosiana, in vista della 14esima giornata europea contro la tratta che si terrà il prossimo 18 ottobre.

La tratta. I volontari durante le loro uscite notturne lungo la circonvallazione Nord di Milano hanno intercettato nel 2020 135 vittime di tratta. Quasi tutte sono di nazionalità rumena, albanese o nigeriana.

prostituzione milano

«Appena è finito il lockdown, sono ricomparse sulla strada le donne e i loro clienti – spiega il direttore di Caritas Luciano Gualzetti – Le nostre operatrici ci raccontano che le presenze sulle strade di Milano e hinterland sono tornate ai livelli precedenti al blocco deciso questa primavera e non accennano a diminuire nemmeno in questi giorni in cui i contagi sono tornati a salire. Le donne, soprattutto rumene, sono spinte da una forte necessità economica e non riescono a trovare alternative reali per tagliare i ponti con i loro sfruttatori, per cui accettano il rischio di ammalarsi. Ciò che sorprende di più è però l’atteggiamento dei loro clienti che paiono indifferenti non solo alle condizioni di sfruttamento in cui si trovano queste donne, ma anche al pericolo di esporre loro stessi e le loro famiglie al virus».

 

 

In breve

Milano: animali domestici seppelliti insieme ai padroni

È tutto vero, a Milano le ceneri di cani, gatti e animali domestici in generale, potranno essere tumulate nella...