3.4 C
Milano
10. 12. 2022 09:31

A Cadorna la protesta contro i taxi abusivi

All'iniziativa ha partecipato anche l'associazione di categoria Taxitam

Più letti

Taxi abusivo? No, grazie! Per la tua sicurezza fidati solo dei taxi con regolare licenza”. Questa scritta, nera su fondo giallo, campeggia su tabelloni luminosi all’interno della stazione ferroviaria di Cadorna.

La campagna della Regione contro i taxi abusivi

Si tratta della campagna di comunicazione contro i taxi abusivi, che questa mattina l’assessore alla sicurezza di Regione Lombardia Riccardo De Corato ha voluto spiegare. «Noi riprendiamo questa campagna che avevamo iniziato un anno fa e diciamo con molta chiarezza che abbiamo necessità che la Questura di Milano faccia quello che ha fatto a Malpensa la Questura di Varese – spiega De Corato – che nel giro di un mese ha erogato 20 daspo a questi abusivi. Crediamo che anche qui a Cadorna vada replicato, come in Centrale e a Linate, perché l’abusivismo continua. L’invito che parte da questa campagna è un invito al Questore di Milano, perché provveda con i daspo per allontanare dagli aeroporti e dalle stazioni questi abusivi che continuano a svolgere la loro attività illegale.

de corato

«Sono tutte persone arcinote, che i tassisti conoscono benissimo e che continuano ad imperversare nelle stazioni e negli aeroporti. Credo che ci voglia un intervento – prosegue l’assessore De Corato – Bisognerebbe cominciare ad allontanare questi abusivi, che continuano a contare sul fatto che, non essendoci provvedimenti, possono essere presenti in maniera quasi fissa nelle stazioni e soprattutto negli aeroporti. Io ringrazio il Prefetto e il Questore di Varese, ma bisogna prendere provvedimenti analoghi anche qui. I numeri sono enormi, centinaia di abusivi che girano e svolgono attività totalmente irregolare a danno di chi, come i tassisti, svolge attività nell’ambito della legalità e della legge. Bisognerebbe cercare di sottolineare alle autorità preposte che c’è una situazione da mettere in regola, non si può continuare a far finta che non ci siano, ogni anno operano e intascano soldi alla faccia di chi svolge la propria attività in maniera regolare. Non credo si possa continuare così».

Abusivismo organizzato da una multinazionale: la denuncia dei tassisti

Luciano Barletta, vicepresidente di TAM (Tassisti Artigiani Milanesi), un’associazione di categoria che si occupa di tutelare gli interessi dei tassisti, ha voluto integrare la presa di posizione dell’assessore De Corato: «Ringraziamo l’assessore per l’impegno che continua a mettere contro l’abusivismo, ma volevamo ricordare che una volta l’abusivo era quello che agganciava il cliente senza essere organizzato, mentre oggi purtroppo c’è una multinazionale che sta organizzando questo tipo di servizio abusivo. Il Guardian in questi giorni ha pubblicato un’inchiesta internazionale che dimostra come questa multinazionale ha fatto un certo tipo di lavoro in tutto il mondo per andare a legalizzare quello che in quasi tutte le parti del mondo è abusivismo. So che l’Espresso prossimamente uscirà con un dossier – prosegue Barletta – sono coinvolti anche alcuni politici molto vicini a questa multinazionale. Questa è la situazione e tale resterà finché non si ferma questo abusivismo cronicizzato attraverso il completamento della legge del 2019, dove mancano i decreti attuativi per andare a far sì che questa trovi la sua collocazione e le forze dell’ordine abbiano la possibilità di andare a reprimere questo fenomeno».

In breve

FantaMunicipio #13: da orti abusivi a spazi verdi. La nuova classifica

Un paio di sopralluoghi per gli spazi verdi in città hanno ridato attenzione a due aree della città su...