4.9 C
Milano
30. 11. 2022 21:54

Cieli neri: domenica quattro scioperi nel trasporto aereo in poche ore

Si prospetta una giornata di passione per chi dovrà volare

Più letti

Sarà una domenica nera a causa degli scioperi nel trasporto aereo. Per dopodomani, infatti, dalle 14.00 alle 18.00, le organizzazioni sindacali Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl-Ta e Unica hanno indetto quattro distinte agitazioni a livello nazionale.

Scioperi nel trasporto aereo: chi incrocia le braccia

Sono previste inoltre, nello stesso orario, altre azioni di sciopero a livello locale: Centro di Controllo d’Area di Brindisi, dove sono previste tre distinte azioni di sciopero indette da Filt-Cgil, Fit-Cisl / Uiltrasporti / Ugl-Ta e Unica, Centro di Controllo d’Area di Milano indetto da Ugl-Ta e Unica, Centro di Controllo d’Area di Padova indetto da Unica, Centro di Controllo d’Area di Roma due distinte azioni di sciopero indette da Ugl-Ta / Unica, Aeroporto di Bologna tre distinte azioni di sciopero indette da Fit-Cisl / Ugl-Ta / Unica. La protesta coinvolge anche le compagnie aeree Easyjet, Volotea, Ryanair e le controllate della low cost irlandese, Malta Air e Crewlink.

scioperi

Il punto più complicato resta il traffico dei passeggeri Ryanair, visto che lo sciopero della low-cost, indetto da Filt-Cgil e Uiltrasporti, arriva al culmine di settimane di agitazioni. Le sigle sindacali hanno chiesto al Ministero dei Trasporti «di convocare un confronto con le compagnie low cost per verificare il rispetto dell’applicazione dell’articolo 203 del Decreto Rilancio sull’applicazione dei minimi salariali, previsti dal contratto nazionale del trasporto aereo». I lavoratori che si trovano in Italia rivendicano «contratti che garantiscano condizioni di lavoro dignitose» e «stipendi almeno in linea ai minimi salariali previsti dal contratto nazionale del trasporto aereo del nostro Paese, come prevede la legge».

Scioperi, quanti disagi

Sul piede di guerra le associazioni dei consumatori. Per il Codacons «è irresponsabile» e arrecherà «enormi disagi» ai cittadini in partenza per le vacanze. Si tratta di «una vera e propria violenza verso gli utenti», sottolinea l’associazione chiedendo un confronto con Mims, Enac e compagnie aeree. «È giusto che i lavoratori rivendichino i loro diritti, ma bloccare il trasporto aereo durante il periodo estivo è inaccettabile», è la posizione di Assoutenti, che chiede l’intervento del Garante e si dice pronta a «denunce penali» a tutela dei passeggeri.

In breve

FantaMunicipio #12: Ied e Politecnico avanti tutta in città

Sono le università come Ied e Politecnico- e i progetti ad esse correlate - a spingere Milano in una...