23.5 C
Milano
06. 06. 2023 15:24

Rinasce la Torre Antonini a Milano: via ai lavori, il progetto

La presentazione è avvenuta stamattina, ecco tempi e costi

Più letti

Presentato ufficialmente presso Dazi Milano, nel cuore della città, il nuovo progetto: è ufficiale, rinasce la Torre Antonini a Milano. La palazzina, che si trova proprio in via Antonini 32, nel Municipio 5, bruciò interamente il 29 agosto del 2021, incendio che partì da un appartamento del quindicesimo piano e in poche ore divampò tutto il grattacielo. Oggi, però, ecco il nuovo progetto architettonico a cura dello Studio Marco Piva, scelto dall’assemblea condominiale per ridare vita alla palazzina e, soprattutto, casa alle ottanta famiglie coinvolte.

Rinasce la Torre Antonini a Milano, Mirko Berti
Rinasce la Torre Antonini a Milano, Mirko Berti

Rinasce la Torre Antonini a Milano, la mostra fotografica 

L’atto di rinascita ufficiale, la prima porta verso un futuro più bianco e meno nero. Il Comitato Rinascita Antonini, insieme allo Studio Marco Piva, ha radunato giornalisti e istituzioni presso Dazi Milano per presentare due eventi legati alla vicenda della Torre Antonini. Oltre al progetto di rinascita della torre, infatti, è stata inaugurata anche la mostra fotografica “la Rinascita della Fenice”, percorso per immagini e filmati che ha lo scopo non solo di ripercorrere tutte le fasi della vicenda ma che deve essere un monito affinché avvenimenti di questo tipo non abbiano a ripetersi, impegnando le autorità politiche ad una riflessione sui meccanismi di controllo dei materiali da costruzione degli edifici: «Una mostra che ci piacerebbe fosse itinerante – racconta Mirko Berti del Comitato Rinascita Antonini – per ora siamo qua, vediamo in futuro cosa accadrà».  La mostra rimarrà a Dazi Milano dal 31 marzo al 9 aprile per poi spostarsi in una location ancora da definire.

Rinasce la Torre Antonini a Milano, la conferenza stampa
Rinasce la Torre Antonini a Milano, la conferenza stampa

Rinasce la Torre Antonini a Milano, tutti gli attori in campo

È stato lo stesso Mirko Berti ad animare la mattinata, ringraziando gli sponsor (Fondazione BPM, Reale Mutua Assicurazione, Yard Reaas, Everest, Radi, Milano Contract District), gli Assessorati coinvolti e gli Studi degli architetti che si sono prodigati per dare un nuovo volto alla torre (Stefano Boeri, Alfonso Femia, Alessandro Scandurra, Sara Bua, oltre ovviamente allo studio Piva): «Oggi esiste un vuoto normativo che va colmato, chiediamo alla politica di intervenire – prosegue ancora Mirko Berti – questa era una situazione straordinaria, serviva più buon senso e meno regole burocratiche. Qui c’è gente che dall’oggi al domani ha perso tutto, non dei robot. Eppure a Milano qualcosa si muove, la commissione Rigenerazione Urbana sta lavorando in tema sicurezza anticendio, ma abbiamo bisogno di accelerare». 

Rinasce la Torre Antonini a Milano, architetto Marco Piva spiega il progetto
Rinasce la Torre Antonini a Milano, architetto Marco Piva spiega il progetto

Rinasce la Torre Antonini a Milano, i tempi di lavorazione

Ma se è vero che da una parte rinasce la Torre Antonini a Milano, dall’altra c’è da chiedersi con che tempistiche: «Verosimilmente verso settembre/ottobre verranno montati i ponteggi, poi i lavori inizieranno subito – precisa ancora Mirko Berti – e da lì serviranno due anni. L’arco temporale ci porta verso il 2026, l’obiettivo è arrivare in tempo per le Olimpiadi invernali». La Torre Antonini, già dichiarata da una delibera dello stesso Comune di Milanosimbolo urbano della città” si inserisce inoltre in un disegno più ampio di rigenerazione urbana dell’intera zona Sud che passa attraverso il progetto dello scalo Romana e del quartiere di Simbyosis con l’obiettivo di riqualificazione delle zone interessate entro la partenza, per l’appunto, delle prossime olimpiadi invernali del 2026.

Rinasce la Torre Antonini a Milano, architetto Marco Piva mentre spiega il progetto
Rinasce la Torre Antonini a Milano, architetto Marco Piva mentre spiega il progetto
Rinasce la Torre Antonini a Milano, il progetto dell’architetto Mauro Piva 

Ma come sarà il progetto? Lo ha illustrato l’architetto Marco Piva: «La cosa che mi ha colpito è stata la bellezza che la torre offriva per la versione del paesaggio circostante, elemento dal quale abbiamo deciso di partire nello sviluppo del progetto. E quindi spazio a grandi vetrate per enfatizzare il tutto, in una nuova configurazione leggera e sicura. E poi l’ottimizzazione delle pareti esterne con materiali sicuri, per fortuna la parte interna ha resistito». 

Rinasce la Torre Antonini a Milano, architetto Marco Piva
Rinasce la Torre Antonini a Milano, architetto Marco Piva
Rinasce la Torre Antonini a Milano, le parole della politica

Poi spazio alle parole della politica: «E’ esemplare l’impegno e la forza d’animo con cui si è portato avanti questo percorso – le parole di Elena Lucchini, Assessore alla Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari opportunità della Regione Lombardia – il dato conclamato è che c’è un buco normativo che va colmato». Le fa eco il senatore Ivan Scartarotto, sottosegretario di Stato per il ministero dell’Interno: «Pensate cosa significa non avere più una foto, un ricordo, un diploma, la laurea… tutto quello che hai costruito in una vita; ora questa rinascita, che spero possa essere l’inizio di un nuovo percorso». Infine Giancarlo Tancredi, Assessore alla Rigenerazione Urbana del Comune di Milano: «Abbiamo avuto complicanze legate alla particolarità del caso, però il progetto presentato oggi è davvero molto belo, mi piace il fatto che non vuole cancellare la memoria della torre e riprende linguaggio della sua architettura. Questa esperienza, però, ha dimostrato la totale inadeguatezza delle nostre normative, che non ha fatto una bella figura».

In breve

FantaMunicipio #35: ora serve una regia pubblica

A Milano è il momento di parlare di una nei quartieri. Questa settimana, nel corso dell'Arch Week milanese, ai...
A2A
A2A