Al bando gli Euro 3. La Regione Lombardia fa scattare la stretta sulle auto diesel più inquinanti che da lunedì prossimo, 1 ottobre, per sei mesi, dovranno fermarsi dal lunedì al venerdì, dalle 7.30 alle 19.30. Il provvedimento, che secondo le stime riguarderà oltre 400mila vetture e 160mila furgoni, sarà applicato in 570 Comuni, tra cui Milano. Sarà solo il primo passo di una progressiva stretta che dal 1 aprile 2019 metterà definitivamente al bando, per tutto l’anno, i motori diesel Euro 0, 1, 2 e i benzina Euro 0. Per i trasgressori la sanzione prevista varierà da 75 a 450 euro.

AREA C • Occhio anche ad alcune norme che regolamentano l’accesso nell’Area C di Milano. Da lunedì, infatti, scatterà il divieto di accesso ai veicoli merci alimentati a gasolio Euro 4 senza filtro antiparticolato classificati come “diesel pesanti” e ai veicoli destinati all’autonoleggio con conducente – Ncc maggiori di 9 posti. Sarà il primo passaggio verso l’entrata in vigore del nuovo provvedimento Area B nel 2019, la zona a basse emissioni che comprenderà tutta la città.

INCENTIVI • Oltre alle limitazioni al traffico, la Regione Lombardia ha messo a disposizione 7,8 milioni di euro per la rottamazione delle auto più vecchie e l’acquisto di modelli meno inquinanti. Da questi incentivi sono esclusi i motori a gasolio, anche se di ultima generazione. I bandi per fruire dell’aiuto della Regione riguarderanno l’acquisto delle auto a benzina Euro 5 ed Euro 6, veicoli elettrici e ibridi, per i quali sarà prevista anche l’esenzione dalla tassa di circolazione (bollo) per i primi tre anni. Ulteriori info su regione.lombardia.it.