9.9 C
Milano
22. 04. 2021 05:21

Il Senato ha approvato il processo a Matteo Salvini per la vicenda Open Arms: 149 i voti favorevoli

È stato decisivo, nell'esito della mozione, il voto di Italia Viva che sembrava inizialmente orientata a schierarsi contro il processo a Salvini. «Volevamo prima leggere le carte»

Più letti

Dopo il no della Giunta di Palazzo Madama avvenuto lo scorso 26 maggio, il Senato ha detto sì alla richiesta di autorizzazione a procedere nei confronti di Matteo Salvini per la vicenda Open Arms. All’epoca dei fatti, il leader della Lega era ministro dell’Interno e impedì lo sbarco della nave della Ong spagnola rimasta così per 20 giorni nel Mediterraneo con a bordo 164 migranti durante l’agosto 2019. Ad un anno dalla vicenda, sono stati 149 i voti a favore del processo e 141 i contrari (un solo astenuto) che, di fatto, bocciano la relazione della Giunta che era contraria al processo.

Il Senato ha approvato il processo a Matteo Salvini per la vicenda Open Arms

Renzi. Prima dell’esito definitivo è intervenuto il leader di Italia Viva, Matteo Renzi: «Non tocca a noi dire se Salvini abbia commesso reati o no. O se fosse accompagnato da altri membri del governo. A questo risponde la magistratura. Ma dobbiamo chiederci se ci fu interesse pubblico. E per me l’interesse pubblico non c’è nel tenere un barcone lontano dalle coste. Salvini non ha agito per interesse pubblico».

Salvini. Il leader della Lega ha poi risposto con un post su Twitter «Se andrò a processo, ci andrò a testa alta. Se pensano di intimorire la Lega con un processo politico alla Palamara si sbagliano di grosso. Quando tornerò al governo farò esattamente le stesse cose». Al tweet si è aggiunto il commento dopo l’esito da parte del Senato. «Contro di me – afferma Salvini – festeggiano i Palamara, i vigliacchi, gli scafisti e chi ha preferito la poltrona alla dignità. Sono orgoglioso di aver difeso l’Italia: lo rifarei e lo rifarò. Il mio unico rammarico sarà dire ai miei figli che vengo considerato un delinquente per aver protetto i confini del nostro Paese».

Open Arms. Commenta la vicenda anche la Ong Open Arms: «Il voto di oggi è importante per un motivo: non è l’ex ministro che vorremmo fosse giudicato, ma una visione del mondo e della politica che ha continuato a preferire l’omissione di soccorso. Il via libera del Senato al processo a Matteo Salvini è un’occasione importante per ristabilire la verità dei fatti e per riaffermare, una volta per tutte, l’inviolabilità delle leggi internazionali e nazionali che regolano la nostra convivenza civile e che hanno permesso alle democrazie europee di non ripetere gli errori tragici del passato».

In breve

Blitz del Collettivo Kasciavìt contro Radio 105: «Dallo Zoo discorsi sessisti»

  Blitz fuori dalla sede milanese di Radio 105 da parte del Collettivo Kasciavìt contro lo Zoo, i cui conduttori...