21.5 C
Milano
20. 05. 2022 03:28

Ripulite le stele del Memoriale dei partigiani: l’appello di Anpi al Comune

Dopo numerosi atti di vandalismo, le due stele del Memoriale dei Partigiani installate alla Loggia dei Mercanti e donate un anno fa da Anpi sono state ripulite stamattina

Più letti

Questa mattina sono state nuovamente oggetto di pulizia, dopo gli svariati atti di vandalismo, le due stele del Memoriale dei partigiani installate alla Loggia dei Mercanti e donate un anno fa da Anpi, l’Associazione Nazionale Partigiani, al Comune di Milano: erano presenti il presidente di Anpi Milano Roberto Cenati, alcuni rappresentanti dell’associazione e un gruppo di City Angels, che armati di stracci e detersivi si sono presi cura delle installazioni.

«Oggi vogliamo dare un segnale forte. Abbiamo voluto, per la seconda volta a distanza di mesi, ripulire la Loggia e le stele del Memoriale dei partigiani dallo stato di degrado e sporcizia in cui si trova – spiega Roberto Cenati –. L’anno scorso abbiamo donata al Comune e alla città di Milano due stele con le scritte di Primo Levi e Vittorio Foa e un’installazione realizzata su progetto dell’architetto Cini Boeri. Queste due stele ultimamente sono state vandalizzate con l’apposizione di quattro adesivi, come se fossero dei manifesti pubblicitari e su quella di Foa è stata addirittura spenta una sigaretta». 

Rispetto per un luogo della memoria: ripulite le stele del Memoriale dei partigiani

«Con questa iniziativa vogliamo non solo ripulire, ma anche chiedere con forza al Comune di Milano tre cose che chiediamo da 11 anni: l’installazione di telecamere di videosorveglianza, il potenziamento dell’illuminazione della Loggia dei Mercanti e l’installazione di cartelli che spieghino ai cittadini dove si trovano, per rispettare questo luogo. Credo che queste siano misure indispensabili – prosegue Cenati – ma sono arrivato anche alla conclusione che sarebbe importante contingentare l’afflusso delle persone alla Loggia, consentendo la visita a chi è interessato a visitare questo luogo, che è un monumento dedicato». 

Stele del Memoriale dei Partigiani

La proposta: visite guidate offerte da Anpi e l’adozione di un combattente per la libertà

«Noi stiamo facendo già numerose visite guidate insieme a Libera, con cui abbiamo un progetto di visitazione dei luoghi della memoria di Milano e ne abbiamo fatte molte alla Loggia dei Mercanti con le scuole di Milano, perché crediamo che il trasmettere la memoria ai giovani sia una delle nostre missioni più importanti. Tra l’altro – conclude il presidente Cenati – qui sulle tavole di bronzo ci sono incisi 1739 nomi di combattenti per la libertà, non solo di partigiani, ma di deportati per motivi politici, di lavoratori, di ebrei che non tornarono più dai campi di sterminio. Sarebbe bello che i ragazzi delle scuole adottassero qualcuno di questi nomi e facessero delle ricerche».

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...