26 C
Milano
23. 06. 2021 13:48

Istigava alla violenza razziale sul web: indagata la milanese “Miss Hitler”

Miss Hitler è finita nel registro degli indagati: si pensa stesse preparando un attentato

Più letti

Un’operazione della procura di Roma ha portato all’accusa di undici persone per creazione di un’associazione finalizzata alla propaganda e all’istigazione per motivi di discriminazione etnica e religiosa. Si tratta del gruppo neonazista “Ordine Ario Romano” di cui faceva parte anche Francesca Rizzi, 39enne di Pozzo d’Adda già salita alle cronache in passato come “Miss Hitler”.

Chi è miss Hitler?

Il nome deriva da un concorso di bellezza riservato a ragazze “ariane” organizzato sul social russo VK: Francesca Rizzi si aggiudicò il gradino più alto della competizione ottenendo lo scettro di Miss Hitler.

Bionda platino con svastiche ed altri tatuaggi inneggianti al regime nazista sul corpo, nel 2019 era stata segnalata per aver preso parte ad una conferenza a Lisbona finalizzata a creare un’alleanza transnazionale tra movimenti d’ispirazione nazionalsocialista.

L’inchiesta portata avanti dalla Procura Romana ha portata ad emettere una misura cautelare nei confronti di Francesca Rizzi ed i suoi compagni: sono al momento obbligati a presentarsi alla polizia giudiziaria.

Secondo gli inquirenti il gruppo oltre ad istigare alla violenza razziale su Facebook, organizzava violenze ai danni di persone di origine ebraica e di migranti extracomunitari. Dalle indagini è inoltre emerso che il gruppo stesse pianificando un attentato ad una sede della Nato.

In breve

A Milano una via dedicata all’inventore dell’Amuchina

Domani, giovedì 24 giugno, nel quartiere Ortica di Milano verrà intitolata una via ad Oronzio De Nora, ingegnere industriale...