3.4 C
Milano
10. 12. 2022 09:21

Le slot machine: dal passato al presente

Più letti

Le slot machine sono uno dei giochi d’azzardo più diffusi in Italia, nei casinò fisici come in quelli online. I loro componenti sono fissi, con leggere variazioni. Ma come si è passati dalle slot del passato a quelle attuali? Vediamo assieme il loro funzionamento e la loro storia. 

gioco d'azzardo

Le slot machine oggi: funzionamento e RTP

Esistono diversi tipi di slot machine, ciascuna con le sue caratteristiche, il suo bonus e sistema di vincita. Tuttavia, ciò che le accomuna è lo stesso principio di base. Anche le slot machine online hanno un modo di funzionare simile a quelle fisiche. Prima di iniziare a giocare online, è importante capire cos’è rtp slot. Il Return to Player (RTP) è il parametro che differenzia le varie slot. In parole semplici, è la percentuale di soldi che tornano ai giocatori sull’ammontare complessivo scommesso. Ad esempio, se il RTP di una slot è del 90%, questo vuol dire che su 100 euro scommessi, 90 ritornano nelle tasche del giocatore. Nelle slot collaudate AAMS questo valore è garantito.

Il funzionamento delle slot machine online

Anche se le interfacce delle slot online possono essere diverse, la modalità di gioco e i componenti sono sempre gli stessi. Ogni slot ha le seguenti parti:

  • il pulsante di avvio;
  • i rulli, cioè le colonne su cui scorrono i simboli che generano le combinazioni vincenti;
  • la tabella dei pagamenti;
  • il foglio illustrativo con le regole della slot e la percentuale RTP;
  • le linee di vincita, ovvero le righe verticali dove si allineano i simboli;
  • il level, cioè il numero di gettoni che si utilizza per giocata;
  • il riquadro delle statistiche, che serve a monitorare l’andamento della partita.

Vediamo nel prossimo paragrafo la storia delle slot machine e la loro evoluzione nel tempo.

L’invenzione delle slot machine

Fu Charles August Fey, uomo di origine tedesche, a inventare la prima slot machine alla fine del diciannovesimo secolo. Arrivato a San Francisco, rimase affascinato dai dispositivi a monete diffusi nei saloni per parrucchieri inventati dal suo amico Gustav Schultze. Inizialmente, l’uomo lavorava come meccanico ma poi si dedicò a tempo pieno a inventare dispositivi per il gioco d’azzardo. Con la prima slot, era possibile vincere sigari, ma poi creò anche una slot con cui si vinceva un premio in denaro. La prima macchina simile alle slot che conosciamo oggi, però, si ebbe nel 1899. Si chiamava “Liberty Bell”. Aveva tre rulli e sei simboli: cuore, picche, diamante, stella, ferro di cavallo e una Liberty Bell. Per azionare il dispositivo, bisognava spingere verso il basso la leva laterale. Le vincite dipendevano dalla combinazione dei simboli vincenti. Con tre Liberty Bell si otteneva il premio più alto.

Successivamente, sviluppò un altro modello di nome “Draw Poker”. Era dotato di cinque rulli, ciascuno con dieci carte. Il payout si basava sul punteggio della mano del giocatore: chi aveva una scala reale riceveva il premio più elevato. Purtroppo, nel 1906 ci fu un terribile terremoto a San Francisco, che distrusse quasi tutte le macchine create da Charles. Sopravvissero solo quattro “Liberty Bell”.

L’evoluzione delle slot machine

Herbert Stephen Mills, basandosi sull’invenzione di Fey, fondò la Mills Novelty Company di Chicago e iniziò a produrre le Mills Liberty Bell, ben presto diffusissime in tutto il Paese. Ben presto altri produttori vi si affiancarono e iniziarono a produrre slot più grandi, dotate di una grande ruota girevole, divisa in parti di diversi colori. Il giocatore scommetteva su un un colore e doveva sperare che la ruota si fermasse in una delle sezioni vincenti. Se in un primo tempo questa slot era molto popolare, con il passare del tempo perse consensi e Mills fu costretto a immettere sul mercato una novità. Il suo nuovo gioco si chiamava Kalamazoo, una delle prime macchine a terra, che diede il via a un’ondata di imitazioni. In breve tempo Mills divenne il più famoso produttore di slot machine degli Stati Uniti. Nei trent’anni successivi, vennero create sempre più slot machine: si parla di più di un milione al mondo. Vennero introdotte lievi modifiche, per esempio il passaggio da un involucro in ferro a uno in alluminio. 

Le slot dopo la Grande Depressione

Nell’epoca del proibizionismo e della Grande Depressione, le slot machine continuavano ad essere popolari. Come oggi le slot non erano ben viste dai politici dell’epoca, che si opponevano pubblicamente al gioco d’azzardo. Tuttavia, le persone continuavano a visitare le sale da gioco e a giocare alle slot, con la speranza di vincere il più possibile. Nel periodo della Seconda guerra mondiale molte industrie dovettero produrre armi per l’esercito. Per questo motivo, l’alluminio scarseggiava. Le slot machine, dunque, dovettero tornare all’involucro in ferro. In un secondo momento, poi, la produzione di slot fu addirittura arrestata, finché non finì la Seconda guerra mondiale.

Le novità introdotte da Bally

Bally, che già aveva una grande esperienza nella costruzione di macchine a gettoni, fu un innovatore nell’ambito delle slot machine. Infatti, la sua azienda, la Bally Manufacturing, utilizzò dei circuiti meccanici in modo da aumentare le possibilità di payout. Un’altra novità da lui introdotta fu il sostituire la fessura, da cui poteva uscire solo una moneta alla volta, con un cassetto che poteva raccogliere fino a 500 monete. Grazie a queste innovazioni, Bally dominò il mercato delle slot machine negli Stati Uniti degli anni ‘70. Nel 1967 creò una slot machine di nome “809”, che offriva un payout proporzionale al denaro giocato. La puntata massima era di cinque monete, quella minima di una moneta.

Con il passare del tempo, Bally introdusse sempre più innovazioni tecnologiche: microprocessori in grado di controllare ogni movimento della macchina, chip musicali in grado di produrre veri e propri suoni. Grazie a questo imprenditore visionario, le slot machine si sono diffuse sempre di più e hanno assunto piano piano la forma che hanno oggi. Attualmente, è la International Game Technology l’azienda più famosa nell’ambito della creazione di slot machine. 

In questo articolo, abbiamo visto insieme come funzionano le slot machine, a partire dalle componenti fino ad arrivare all’RTP. Inoltre, abbiamo approfondito la storia delle slot machine per capire meglio come dalle slot del passato si è arrivati ai giochi slot online odierni.

 

In breve

FantaMunicipio #13: da orti abusivi a spazi verdi. La nuova classifica

Un paio di sopralluoghi per gli spazi verdi in città hanno ridato attenzione a due aree della città su...