18.2 C
Milano
19. 09. 2021 18:30

Coprifuoco? 3 modi per rendere comunque fruttuosa la serata milanese

Più letti

Il nuovo aumento dei contagi nel nostro Paese sta spingendo Governo e Regioni a vagliare misure sempre più drastiche per ridurre quanto più possibile la diffusione del Coronavirus. Abbiamo già visto in questi giorni come Fontana abbia proposto un coprifuoco per Milano e la Lombardia a partire dalle 23, e come la vendita di alcolici sia vietata a partire dalle 18 in poi da parte di qualsivoglia esercizio pubblico, ma non c’è motivo di abbattersi! Abbiamo infatti il modo di riuscire a vivere anche da casa qualche esperienza milanese, rendendo le nostre serate magari più placide, ma comunque fruttuose.

Delivery alla milanese

Se c’è una certezza, è che a Milano è possibile farsi consegnare a casa piatti che sarebbe impossibile trovare in qualsiasi altra città d’Italia. Sarà la maggior vicinanza agli altri paesi, sarà lo spirito internazionale del capoluogo, ma la varietà di piatti che si possono trovare sembra essere davvero infinita. Cosa dire però dei piatti tipici della tradizione? Grazie ai servizi di delivery presenti anche su app, non mancherà l’opportunità di gustare piatti milanesi come ad esempio il risotto allo zafferano o quello alle fragole proposti da trattorie tipicamente nostrane. Sapevate ad esempio che nella nostra città è possibile ordinare online anche la cotoletta alla milanese? Provare per credere!

Il cinema a casa (che intrattiene e istruisce)

Durante i primi mesi del lockdown aveva fatto parlare di sé il Beltrade, cinema indipendente di via Oxilia, a causa della sua iniziativa “Il Beltrade sul sofà” attiva da marzo di quest’anno. Grazie al nuovo portale, chiunque fosse stato interessato alla programmazione alternativa di questo cinema avrebbe potuto godere degli spettacoli attraverso l’apposita piattaforma online. Attenzione però: una delle caratteristiche di questi film è di essere spesso proiettati in lingua originale. Quale occasione migliore quindi per rispolverare un po’ le nostre conoscenze linguistiche? L’idea, è quindi quella di sfruttare l’occasione per esercitarci con le lingue straniere tramite app che, come Babbel, sono presenti sia su Android che su iOS, e poi fare pratica guardando film in lingua originale. In questo modo, ci assicureremmo di passare delle ottime serate e di imparare anche qualcosa che ci può essere utile tanto sul lavoro quanto nella vita di tutti i giorni.

Libri a domicilio e biblioteche online

Un altro motivo per cui è comodo vivere in una grande città come Milano è che questa ti permette di avere accesso a servizi che in località più piccole non puoi certamente trovare. Tra questi, abbiamo anche la consegna di libri a domicilio da parte di numerose librerie sparse per tutta la città, che in questo modo possono continuare a fornire il proprio servizio anche in tempo di lockdown (e coprifuoco, in questo caso). Durante il periodo di quarantena poi, moltissime biblioteche si sono aperte al mondo online, e hanno dato la possibilità ai propri iscritti (che nella nostra città sono cresciuti del 641%) di prendere in prestito dei libri direttamente sul proprio lettore ebook o su altri dispositivi in formati compatibili con Kindle e altre applicazioni di questo tipo. In questo modo, se avremo voglia di passare le nostre serate di coprifuoco in compagnia di un ottimo libro non avremo che l’imbarazzo della scelta!

L’aumento di contagi ha già portato all’arrivo del coprifuoco, e nulla ci assicura che con il tempo le restrizioni non aumenteranno. Fortunatamente, vivere in una città come Milano ci permette di avere comunque a nostra disposizione una serie di opportunità assolutamente uniche nel loro genere.

 

 

In breve

Milano, la nuova Arena Santa Giulia a rischio: il ricorso al Tar preoccupa il Comune

Poche settimane fa è stato presentato il progetto finale per la nuova Arena Santa Giulia che dovrà essere completata...