8.3 C
Milano
05. 12. 2022 07:50

Acquatica Park un’oasi milanese, Vidoz: «Noi, il riferimento per chi resta qui»

Lorenzo Vidoz è il coordinatore di Acquatica Park: «Un’oasi per sport, giochi e aperitivi»

Più letti

La canicola di questi oggi l’ha trasformata in una sorta di oasi in cui cercare il refrigerio. Acquatica Park non è solo uno dei rifugi che la città offre in questo luglio africano ma una nuova opportunità di passare l’estate, come spiega il coordinatore generale del complesso Lorenzo Vidoz.

Acquatica Park nuova opportunità per l’estate milanese

Acquatica ParkQuando è nata l’Acquatica Park?
«Nel 1990, noi abbiamo assunto la gestione nel 2016 dopo che questo complesso aveva attraversato un periodo difficile».

Dovuto a quali motivi?
«Per esempio l’estate del 2014 fu particolarmente piovosa e questo fatto incise sui conti. C’è poi il problema, che permane, che riguarda la collocazione territoriale: non siamo al centro e questa zona non è servita in modo ottimale».

A Quinto Romano non arriva la metropolitana.
«Le fermate più vicine sono San Siro e Bisceglie, da lì si deve prendere il bus: una gran parte dei nostri clienti arriva con mezzi privati».

Cosa offrite a chi arriva?
«Siamo il primo parco acquatico di Milano con la capacità di ospitare fino a ottomila persone per le quali siamo in grado di garantire attrazioni di tutti i tipi».

Quali attività si possono svolgere?
«C’è la piscina per i grandi e per i piccoli mentre chi vuole praticare sport ha a disposizione due campi da beach volley e uno da calcetto dove si svolgono anche tornei».

Chi frequenta il parco acquatico?
«Abbiamo un pubblico a 360 gradi: giovani, famiglie che arrivano in modo particolare nel fine settimana mentre nei giorni feriali sono più numerosi i ragazzi».

Come sta andando la stagione?
«Bene, la nostra struttura è unica a Milano».

Quali sono le attrazioni più gettonate?
«I gusti cambiano in continuazione, oggi piace molto il crazy river, la discesa sull’acqua col gommone, ci salgono un po’ tutti. Un’altra che riscuote molto successo è lo shuttle».

Di cosa si tratta?
«E’ una cosa che abbiamo solo noi: uno scivolo ad acqua perpendicolare in cui si raggiungono velocità importanti che ti fanno sentire emozioni forti».

Non sono cose adatte ai bambini…
«Per i bambini abbiamo cascate fatte per loro, inoltre possono giocare con le pistole ad acqua».

Cosa proponete a coloro che si prendono una pausa dalla piscina?
«Quest’anno abbiamo una nuova attrazione: abbiamo creato una zona con spiaggia con un Chiringuito, ci sono gli ombrelloni e facciamo il servizio al tavolo».

E’ l’area aperitivo?
«Sì, offriamo cocktail e stiamo aperti fino alle 10, 10, 30 per consentire di fare l’aperitivo fino a tarda sera».

A che ora chiude l’Acquatica?
«Siamo aperti fino all’una».

Oltre al caldo e al fatto che non ci sono strutture paragonabili alla vostra, ci sono altri fattori che incrementano il pubblico?
«Gli oratori, che quest’anno hanno ripreso in pieno l’attività, con la presenza dei ragazzi ha dato un buon contributo. L’altro fattore sono i turisti».

Sono numerosi?
«Sì, quest’anno la crescita cui assistiamo è notevole, abbiamo superato i livelli del 2019, siamo molto stupiti».

Ultima cosa: le tariffe non sono proprio popolari.
«Non sono quelle della Milanosport perché noi offriamo qualcosa di diverso, faccio presente che abbiamo ben 40 bagnini che sorvegliano le persone presenti. Mi rendo conto che una famiglia deve fare le scelte, deve decidere in che giorni venire ma ricordo che le nostre tariffe sono inferiori a quelle dell’Acquafun».

Ambite a diventare il mare dei milanesi?
«Il mare dei milanesi c’è già, è l’Idroscalo. Noi lavoriamo per diventare un punto di riferimento, con eventi di giorno e di notte».

Cerca la copia dello speciale Mi-Tomorrow da oggi anche ad Acquatica (via Airaghi 61) presso la postazione di Radio Millennium

Radio Millennium tra tuffi e tintarella

Radio Millennium trasmette in diretta da Acquatica Park, dalle 12.00 alle 17.00, fino al 29 luglio. L’emittente milanesi ha in serbo novità per il palinsesto al via da fine agosto con l’ingresso di Thomas Damiani, voce storica della radiofonia italiana. A lui verrà affidata la conduzione di un nuovo programma dal lunedì al venerdì in fascia serale/notturna. Per sintonizzarsi la frequenza su Milano e provincia è 88.7 fm.

In breve

FantaMunicipio #12: Ied e Politecnico avanti tutta in città

Sono le università come Ied e Politecnico- e i progetti ad esse correlate - a spingere Milano in una...