Il risveglio della natura nelle Alpi Piemontesi

Alpi piemontesi
Alpi piemontesi

La primavera è alle porte e gli spunti per programmare una vacanza nelle Alpi piemontesi della Val d’Ossola sono tantissimi: stagione ricca di profumi e suggestioni, è il momento perfetto per un break di relax, un tuffo nel verde e nelle culture di luoghi ancora poco esplorati. La natura primaverile si risveglia dopo il letargo invernale: quale momento migliore per ammirare splendidi paesaggi a bordo di una mountain bike o in sella ad un cavallo, lungo percorsi panoramici e rigorosamente slow, nell’anno del Turismo lento. Senza dimenticare gli itinerari di trekking primaverili di media montagna: sentieri poco affollati, aria frizzante e i profumi inconfondibili della flora che rinasce.

PER GLI AVVENTUROSI
L’intera piana della Val d’Ossola è attraversata da un’interminabile ciclovia di oltre 80 chilometri, che parte dal Lago di Mergozzo e raggiunge Domodossola, una pista adatta a tutti, che attraversa paesaggi variegati: dai primi scorci fioriti sul lago di Mergozzo all’Oasi WWF del Bosco Tenso, lungo il fiume Toce, per addentrarsi tra boschi antichi e lungo sentieri ricchi di storia. Primavera, stagione ideale anche per l’arrampicata, grazie a temperature e condizioni climatiche perfette lungo le pareti della Val d’Ossola: su visitossola.it.

Sono molte le vie lunghe segnalate per scoprire queste valli con un pizzico di adrenalina e avventura. Indimenticabile l’antica Via dei Torchi e dei Mulini, semplice e per tutti, un viaggio nella storia rurale locale. Infine, la Ferrata dei Picasass, sulla sponda orientale del Lago Maggiore, vicino a Baveno: costruita come una via attrezzata che con difficoltà tecniche contenute sale al Monte Camoscio. La via offre lungo la salita una vista magnifica sul sottostante Lago Maggiore.

PER I ROMANTICI
Le città e i borghi si scuotono dal torpore invernale: Domodossola “riapre” la propria piazza-gioiello ai visitatori: i dehors estivi tornano a costellare il salotto cittadino di Piazza Mercato, un vero capolavoro di architettura quattrocentesca: visitare il centro storico del capoluogo ossolano sarà come compiere un tuffo nel passato dell’affascinante “Borgo della Cultura”. D’obbligo anche una passeggiata sul lungolago del borgo Bandiera Arancione del TCI è d’obbligo. Da non perdere le speciali e romantiche serate sotto le stelle del centro di Premia (9 marzo e 20 aprile).

In attesa dei festival estivi, la primavera può essere occasione di riscoperta di borghi, tradizioni e sapori, grazie a due eventi. Il 28 aprile da non perdere il Palio degli Asini di Varzo, una spassosa gara in cui gli asini correranno su due gambe. Domenica 5 maggio una prima assoluta, Ossola in Cantina: otto cantine presenteranno i propri vitigni eroici, grazie ad un percorso di degustazione inedito, di calice in calice.

PER I “PIGRONI”
Il benessere primaverile passa anche dai due principali centri termali della Val d’Ossola. Le Terme di Premia, Il centro termale, il più importante di tutto l’alto Piemonte che sorge tra le montagne: oltre alle piscine termali interne ed esterne, nelle quali sono possibili percorsi emozionali e idromassaggi, non mancano saune, bagni turchi, massaggi, moderni solarium, centri fitness e trattamenti estetici. Da non perdere anche le Terme di Bognanco vantano una tradizione ultra-centenaria, immerse in un verde paradiso, ricamato di cascate e corsi d’acqua, sullo sfondo di vette immacolate a cavallo tra Piemonte e Svizzera che vantano tre tipi di acque che sgorgano da tre sorgenti diverse.

PER I PIU’ PICCOLI
Per i bambini, un’anticipazione sulle aperture, che avverranno nella tarda primavera, dei tre parchi avventura della Val d’Ossola: a Domobianca, a pochi minuti da Domodossola. Adrenalina, divertimento e full immersion nella natura: è il Sando Parco avventura di San Domenico di Varzo, un parco divertimenti costituito da diversi percorsi aerei posti a varie altezze da terra che, con l’aiuto di liane, ponti tibetani, teleferiche, reti e passerelle, permettono di passare da un albero all’altro in estrema sicurezza. Riapre anche il Praudina Adventure Park di Santa Maria Maggiore, che inaugurerà la stagione con molte novità, fra queste anche le aperture notturne e la parete d’arrampicata alta 10 metri.

mitomorrow.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here