25.4 C
Milano
03. 08. 2021 17:14

I consigli per scoprire l’Alto Lago e i suoi gioielli

Un territorio unico, costellato da chiese, suggestivi centri storici, forti e musei

Più letti

I consigli per scoprire l’Alto Lago e i suoi gioielli.

La fortezza della Grande Guerra meglio conservata in Europa è stato realizzata in pochi mesi tra il 1912 ed il 1914. Situata a Colico, in provincia di Lecco, dalla sua posizione dominante offre un panorama unico e suggestivo del lago di Como e delle montagne della Valtellina e della Valchiavenna. E’ stato concepito e realizzato dal Regno d’Italia a protezione di un eventuale possibile attacco. Il sistema concentra le proprie strutture in corrispondenza delle maggiori vie d’accesso verso la Pianura Padana. Per consultare il calendario di apertura ordinaria e possibilità di aperture su prenotazione fortemontecchionord.it.

Forte Montecchio Nord
Forte Montecchio Nord

Peglio

Un grazioso e caratteristico paesino di montagna adagiato allo sbocco del Pian di Gorghiglio e della Valle del Liro, sopra Gravedona ed Uniti. E’ Peglio che sorge in una splendida posizione panoramica e domina buona parte del lago di Como incorniciato dalle Prealpi Lombarde. Alle sue spalle si stagliano le cime comprese nell’ultimo segmento delle Alpi Lepontine, dal Monte Duria, ai Pizzi Cavregasco e Rabbi.

Dietro il paese c’è la Via dei Monti Lariani, un itinerario escursionistico che collega diverse località da Cernobbio a Sorico. Caratteristiche del piccolo borgo sono le case rurali in pietra, alcune delle quali hanno mantenuto nel tempo il loro aspetto di antiche abitazioni contadine. Motivo di interesse storico e artistico è la Chiesa parrocchiale dei SS. Eusebio e Vittore che offre al suo interno affreschi del ‘600 attribuiti a Giovanni Mauro Della Rovere meglio noto come “Il Fiammenghino” e l’organo Antegnati, ristrutturato di recente.

alto lario peglio
alto lario peglio

Villa Malpensata

La villa sorge sulla penisola di Olgiasca in posizione isolata di fronte al lago. Le fanno corona giardini, orti, prati e vigneti. L’impianto ottocentesco, molto semplice, incorpora una precedente struttura risalente al periodo della dominazione spagnola del ducato di Milano: sul catenaccio di un portale è incisa la data 1537. Davanti alla villa c’è un porticciolo che serviva per gli scambi commerciali e per il trasporto di persone, quando il lago costituiva la grande via di comunicazione tra le comunità lacuali e con le città della pianura. In modo particolare, dal molo si imbarcavano sui comballi le lastre di marmo di Olgiasca.

Arte e spiritualità: Abbazia di Piona

Powered by Fuggo da Milano

fuggo da milano - piona
fuggo da milano – piona

Se cercate un luogo di pace e cultura con una vista mozzafiato, una fuga breve e poco impegnativa, il Monastero di Piona a Colico, in provincia di Lecco, è la meta che fa per voi. Si tratta di uno splendido esempio di architettura romanica con vista sul Lario. Dopo un lungo periodo di decadenza, l’Abbazia riaprì le porte nel 1938 grazie all’opera di un gruppo di monaci Cistercensi provenienti da Casamari, in provincia di Frosinone che hanno reso possibili ancora oggi le visite della chiesa di San Nicola, del chiostro e della sala capitolare.

In questo luogo di pace e cultura, gli ultimi monaci cistercensi rimasti vivono ancora seguendo la regola benedettina dell’Ora et Labora. Le erbe medicinali, le creme cosmetiche, il miele e i liquori, distillati secondo ricette antiche sono il frutto di quel lavoro che, insieme alla preghiera, è indicato da San Benedetto come esempio per una vita di carità cristiana. Quindi, vi consigliamo di entrate nella bottega accanto al monastero, dove è possibile acquistare gli ottimi prodotti a chilometro zero, tra cui miele, amari e limoncello, fatti a mano dai monaci.

fuggo da milano - piona
fuggo da milano – piona

L’abbazia è raggiungibile anche dal lago con il battello. La stagione più evocativa è l’inverno, soprattutto, nel periodo natalizio quando l’atmosfera è davvero magica. Se andate la sera potete abbinare una passeggiata a Lecco che ha sempre delle luminarie fantastiche. Un’unica nota: la strada per arrivare in cima non è delle migliori e c’è la possibilità di trovare ghiaccio nei periodi più freddi e, spesso, al rientro è possibile incappare in code sul lungolago.

Abbazia di Piona, Colico (Lecco)
In macchina: 1 h 30 minuti
10 € viaggio A/R

In breve

Festa per Adriana Grassi, il 5 agosto compie 105 anni

Raggiungere i centocinque anni di vita, di cui tredici in una Rsa, non è cosa da poco. Se poi...