entroterra ligure
entroterra ligure

Con Francesca Grasso le alternative alla spiaggia per scoprire l’entroterra ligure: Villa Romana del Varignano, Corniglia e Val di Vara.

UNA DOSE DI CULTURA
Immersa tra gli ulivi, alle spalle della baia delle Grazie di Portovenere si trova la Villa Romana del Varignano. Sorge in un’insenatura con approdo diretto al mare ed ebbe una vita di oltre quattro secoli; le stanze sono ornate da mosaici e terme private ma i resti del più antico frantoio da olio della Liguria testimoniano che qui vivevano alcune famiglie di contadini. Passeggiando tra i muretti che delimitano un bosco di olivi, coltivati fino al secolo scorso, ci si immerge in uno spicchio di Liguria. Info su musei.liguria.beniculturali.it.

Domina dall’alto La Spezia. È il Castello di San Giorgio, raggiungibile sia con una caratteristica scalinata, sia grazie ad un ascensore gratuito. Ospita un’esposizione di reperti antichi, come fossili e antichi manufatti rinvenuti nel territorio della Lunigiana e alcuni oggetti di epoca egizia e romana. Splendida la vista su tutto il golfo che si gode dalla sommità degli spalti. Info su museodelcastello.spezianet.it.

Una proposta artistica ricchissima: il Palazzo Ducale di Genova è la meta per chi ama l’arte e la fotografia. Fino a settembre, saranno visibili le mostre su De Chirico, la fotografa Inge Morath, la Biennale Le Latitudini dell’arte e le opere di Ivos Pacetti, imprenditore futurista. Spazio anche alla musica: per tutta l’estate, il cortile Maggiore ospita concerti gratuiti I Notturni en plein air e le proiezioni all’aperto dei campioni d’incassi della scorsa stagione. Info su palazzoducale.genova.it.

UN VIAGGIO DI SPIRITO
È un antico oratorio che sorge nel centro di Corniglia. L’Oratorio della presentazione di Maria e di Santa Caterina è molto semplice e quasi spoglio all’interno: vi si custodiscono due stendardi processionali, dipinti su tessuto: uno raffigura San Pietro e Santa Caterina d’Alessandria, l’altro una Madonna con Bambino ed una grande lettera M (iniziale di Maria) ed una grande tempera del XVIII secolo raffigurante il Supplizio di Santa Caterina.

Partendo da Brugnato, La Spezia e percorrendo la strada per Rocchetta, una piccola cappella segnala una mulattiera, lunga due chilometri che porta al Santuario Nostra Signora dell’Ulivo, un piccolo gioiello in una radura fra castagni e ulivi. Il piccolo edificio è ad aula unica con presbiterio sopraelevato, che potrebbe segnalare la presenza di una cripta sottostante. Nella chiesa del secolo XVIII, è venerata l’immagine della Madonna col Bambino Gesù dipinta su tela, con i santi Pietro e Lorenzo Patroni di Brugnato.

Dall’abitato di Vernazza parte uno stradone lastricato che sale sino ad arrivare al Santuario di Nostra Signora di Reggio immerso in un boschetto Il Santuario fa parte dei “Santuari delle 5 Terre” insieme a quelli di Riomaggiore, Manarola e Monterosso. L’interno è a tre navate con pianta a croce latina. Pieno di ex voto, fa bella mostra un dipinto che raffigura la Madonna nera con il Bambino Gesù. La vista è una delle più affascinanti della zona.

NON SOLO SHOPPING EXPERIENCE
Una destinazione immersa nel cuore della Val di Vara, accanto alla Cinque Terre e vicino al Golfo dei Poeti. Il Brugnato 5Terre Outlet Village è il luogo ideale per scoprire firme famose a prezzi ridotti. Tanto shopping ma anche tanti eventi. «Il clou sono le Summer Nights – dice Cesare Nonnis Marzano è managing director di ROS Retail Outlet Shopping – Italia- che animeranno il villaggio, dalle 21.00 fino a mezzanotte, sino al primo settembre con la presenza di famosi artisti italiani».

Il 13 luglio salirà sul palco Al Bano, mentre il 20 gli Ex-Otago. Un progetto che si integra al meglio con un territorio che offre non solo mare ma anche varie esperienze di tipo artistico, naturalistico ed enogastronomico. «Il legame tra l’Outlet Village e la Val di Vara è garantito da una partnership con la quasi totalità dei comuni del territorio – continua Nonnis – rappresentati dal consorzio Il Cigno, con una propria vetrina permanente all’interno dell’Outlet e un calendario di eventi settimanale».

Altro punto di forza è l’offerta enogastronomica, rappresentata da una food court che ospita realtà locali in un grande spazio condiviso, permettendo alle famiglie di degustare in totale relax proposte culinarie di volta in volta differenti. «La scelta di non affidarsi alle grandi catene è uno dei motivi di maggior apprezzamento da parte dei consumatori – conclude Nonnis – che possono degustare prodotti esclusivamente tipici della regione Liguria». Info su shopinnbrugnato5terre.it.


www.mitomorrow.it

www.facebook.com/MiTomorrowOff/